Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 24 Luglio 2019, ore 09.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, il Decreto di riforma "Sostegno" slitta al 1 settembre 2019: il Governo vuole cambiare la Buona Scuola

Come richiesto da Anief il MIUR apporterà modifiche su quantificazione e assegnazione ore che dovrebbero tornare nella competenza del Glh

Economia, Scuola ·
(Teleborsa) - Non è entrato in vigore il 1° gennaio ma slitterà di 8 mesi il Decreto legislativo 66/2017 attuativo della legge 107/15 sull’inclusione scolastica degli studenti con disabilità: con la legge di bilancio, il 29 dicembre al voto finale della Camera, la sua messa in atto è stata infatti posticipata al 1° settembre 2019.

Gli otto mesi di tempo serviranno al Ministero dell’Istruzione, su spinta del Governo, ad apportare delle modifiche, prima fra tutte quella relativa alla quantificazione e assegnazione delle ore di sostegno, che dovrebbero ritornare, come richiesto da Anief.

Per Marcello Pacifico (Anief-Cisal) serve anche la trasformazione dei posti in deroga in cattedre da collocare nell’organico di diritto e la contestuale riapertura delle GaE. Anief è nettamente contrario all'insegnante unico per tutto il ciclo di studi o ad altre limitazioni nei trasferimenti.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.