Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 16 Gennaio 2019, ore 21.28
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Save rinuncia alle quote di Trieste Airport

Dopo le manifestazioni di interesse la società presieduta da Enrico Marchi avrebbe deciso di non presentare offerta per il 55% quote della Regione Friuli-Venezia Giulia

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Domani venerdì 11 gennaio scade il bando per l’acquisizione del 55% delle quote di Trieste Airport, un’offerta che la Regione Friuli ha pensato di rendere più attrattiva stanziando 32 milioni di euro da utilizzare per attività promozionali fino al 2026 a sostegno dei programmi di sviluppo dello scalo. Ma la SAVE di Venezia, che pure aveva manifestato interesse per allargare il suo raggio operativo, avrebbe deciso di non presentare alcuna offerta.

Lo stesso era accaduto nel giugno 2018, quando la prima gara era andata deserta. Il valore totale del pacchetto azionario detenuto dalla Regione Friuli è di circa 70 milioni. Per il soggetto che diventerà socio di maggioranza di Trieste Airport l’obiettivo è di raggiungere quota 1,1 milioni di passeggeri entro il 2023, migliorare l'Ebitda e confermare le previsioni di investimento inserite nel piano industriale.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.