Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 22 Gennaio 2019, ore 15.45
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Banche in crisi, Visco: sì a intervento dello Stato in caso di rischi di sistema

"La vigilanza riduce ma non annulla i rischi", ha aggiunto il Governatore della Banca d'Italia

Economia ·
(Teleborsa) - L'intervento pubblico per salvare banche in crisi è accettabile se gli istituti di credito sono solvibili. Lo ha detto il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, intervenendo alla presentazione del primo volume dell'edizione nazionale degli scritti di Luigi Einaudi, citando appunto l'economista ed ex presidente della Repubblica: "Einaudi - ha detto Visco - da liberale era contrario all'intervento dello Stato, nelle imprese come nelle banche. Tuttavia egli stesso ricordava che per una banca in crisi di liquidità ma solvibile, 'tutti i pratici e tutti i teorici sono concordi nel canone: dare, dare, dare. Dare subito, dare senza esitazione, dare largamente e in modo da persuadere il pubblico che la banca presa di mira ha le spalle sicure'".

"I costi economici e sociali di fenomeni di instabilità finanziaria sistemica sono divenuti evidenti" e portano a "considerare sotto una luce diversa l'opportunità di interventi pubblici non solo per le banche illiquide ma solvibili ma anche nei casi potenzialmente in grado di pregiudicare il funzionamento del sistema nel suo complesso", ha precisato il Governatore.

"Necessari strumenti per una soluzione rapida delle crisi" - "Sono necessari strumenti adeguati e procedure ben definite che, nel nuovo contesto regolamentare europeo, consentano di intervenire in modo rapido ed efficace nelle situazioni di crisi, limitandone le conseguenze sul tessuto economico", ha continuato a proposito della vigilanza bancaria precisando che "La vigilanza bancaria riduce la probabilità che si verifichino episodi di dissesto ma non può annullarla".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.