Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 20 Gennaio 2019, ore 20.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pernigotti, un altro mese per sperare. Nuovo incontro azienda-sindacati il 5 febbraio

L'azienda brucia più di 5 milioni in sei mesi e ricapitalizza per 3 milioni

Economia ·
(Teleborsa) - Prosegue senza sosta l’impegno dei Dicasteri del Lavoro e dello Sviluppo Economico sul versante della vicenda Pernigotti. Martedì scorso, 8 gennaio, si è svolto nella sede del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un nuovo incontro tra l’azienda e le rappresentanze sindacali.

Al tavolo, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto del MiSE Giorgio Sorial, ha partecipato anche la Sernet, advisor incaricato d’individuare una soluzione per la re-industrializzazione dell’impianto. Pur avendo ricevuto l'incarico pochi giorni prima delle festività natalizie, la Sernet ha illustrato le opzioni attualmente allo studio e i potenziali interessamenti.

Le interlocuzioni - è stato spiegato - stanno procedendo al fine di trovare una soluzione per la reindustrializzazione. In considerazione del breve lasso di tempo trascorso dell'affidamento dell'incarico, "le parti hanno congiuntamente concordato di aggiornare l'incontro al prossimo 5 febbraio", finalizzato alla stipula dell’accordo governativo per il ricorso alla CIGS. Ancora un mese per sperare concesso all’advisor al fine di consentire di proseguire nelle attività di ricerca e di verifica delle proposte, per trovare un acquirente per lo stabilimento di Novi Ligure, sito in provincia di Alessandria.

Nel frattempo, i dipendenti della Pernigotti continuano a vivere in un limbo fatto di attesa, con l'ennesimo incontro finito in una fumata nera. E, mentre, l'azienda, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, brucia più di 5 milioni in sei mesi e ricapitalizza per 3 milioni. Lo scrive oggi (11 gennaio) il quotidiano finanziario, che cita il verbale della riunione del Consiglio di amministrazione che ha potuto visionare, tenutasi lo scorso 14 dicembre. Dal documento - spiega il giornale - emerge anche "l'affidamento dell'incarico a Vitale e Associati per la vendita della divisione I&P, impegnata nella produzione e commercializzazione di preparati per gelaterie artigianali e pasticcerie".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.