Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 18 Febbraio 2019, ore 09.37
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cattura Cesare Battisti, soddisfazione di Mattarella e Conte

"Sia consegnato presto alla giustizia italiana", dice il Presidente della Repubblica. "Le nostre carceri lo aspettano", dichiara il Premier

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha espresso la sua soddisfazione per l'arresto in Bolivia del latitante Cesare Battisti, si legge in un comunicato dell'Ufficio stampa del Quirinale. "Mattarella si augura che Battisti venga prontamente consegnato alla giustizia italiana, affinché sconti la pena per i gravi crimini di cui si è macchiato in Italia e che lo stesso avvenga per tutti i latitanti fuggiti all'estero".

Conte, finalmente giustizia per le famiglie - "Le famiglie Santoro, Torregiani, Sabbadin, Campagna potranno finalmente ottenere giustizia. La cattura e l'espulsione di Cesare Battisti sono un risultato atteso da oltre quarant'anni, che dovevamo soprattutto a loro, come pure alle altre vittime delle sue azioni criminali". Queste le parole del Consiglio Giuseppe Conte su Facebook, a commento della cattura in Bolivia di Battisti. "Lo sforzo corale e perseverante dei nostri servizi di intelligence, delle nostre forze di polizia e dell'Interpol, la collaborazione delle Autorità brasiliane e boliviane e la determinazione di questo Governo stanno per essere finalmente premiati", aggiunge.

BATTISTI PRESTO IN ITALIA, CONTE: "LO ATTENDONO LE NOSTRE CARCERI" - "Un nostro aereo è in viaggio per la Bolivia dove atterrerà verso le ore 17 (ora italiana), con l'obiettivo di prendere in consegna Battisti e riportarlo in Italia. Ad attenderlo qui da noi ci saranno le nostre carceri", ha concluso il Premier.

(Foto: Per gentile concessione della Presidenza della Repubblica)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.