Giovedì 26 Novembre 2020, ore 05.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Salvataggio Alitalia, Delta e Air France-KLM soci industriali col 40% del capitale?

La possibilità emersa in un incontro negli Stati Uniti con i vertici FS. Americani e franco-olandesi puntano a contenere l'espansione della tedesca Lufthansa

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Delta Air Lines è disponibile a entrare nel capitale di Alitalia insieme al gruppo Air France-KLM con una quota del 40%. La conferma della novità che potrebbe segnare la svolta nelle trattative condotte dalle Ferrovie dello Stato per la ricerca di un partner industriale nel progetto di salvataggio della compagnia aerea italiana.



Sebbene più che di novità sembrerebbe trattarsi, per la verità, di una sorta di ritorno al passato, avendo l'aerolinea americana di Atlanta da lungo tempo fatto parte proprio assieme ad Alitalia e Air France-KLM di un accordo di joint venture per i voli sul Nord Atlantico. Per non parlare del legame che, tra alti e bassi, ha sempre unito la nostra ex compagnia di bandiera con i cugini d'oltralpe e del fatto che le tre compagnie facciano parte dell'Alleanza globale SkyTeam fondata nel 2000.

Indiscrezioni autorevoli che parlano di "concrete intenzioni", secondo cui le due compagnie, Delta Air Lines e Air France-KLM, "hanno espresso disponibilità investire una quota del 20% ciascuna nella newco Alitalia". Disponibilità che sarebbe stata manifestata la scorsa settimana ad Atlanta durante gli incontri con la delegazione FS che si era appositamente recata negli Stati Uniti.

"Al tavolo di lavoro - secondo alcuni dei sempre presenti bene informati - c'erano anche due uomini di Air France-KLM. L'obiettivo di Delta Air Lines (che è la seconda compagnia aerea più grande del mondo, n.d.r.) è infatti difendere la posizione di vantaggio nei voli sul Nord Atlantico all'interno della joint venture con Air France-KLM e Alitalia ed evitare un rafforzamento di Lufthansa".

E' già dall'agosto scorso c'era stato l'annuncio di Air France-KLM di una nuova joint venture nord atlantica in Italia con Delta, una nuova struttura vendite comune allo scopo di semplificare l’organizzazione commerciale nel nostro Paese. Il Gruppo franco-olandese rappresenta anche Delta sul mercato italiano, affiancata dal partner di joint venture Alitalia, con l’obiettivo di offrire una voce univoca alle agenzie di viaggi e ai clienti corporate.

L’accordo dell'estate 2018 aveva intanto segnato una ulteriore tappa che mirava a stringere i già forti legami che legavano Air France-KLM e Delta Airlines su tutti gli operativi transatlantici e, a cascata, sulle connessioni continentali. E, attraverso una nota, Air France aveva, inoltre, già allora sottolineato il valore strategico della partnership anche con Alitalia.

La joint venture nord atlantica infatti, secondo alcune indiscrezioni, nell'estate dell'anno scorso avrebbe già avuto allo studio un progetto di nuovo accordo che, a partire dal 2022, in vista di un definitivo allontanamento di Alitalia in vendita, non avrebbe più preso in considerazione l’ex compagnia di bandiera. Ma, in ogni caso, per i prossimi 3 anni la cooperazione tra le tre diverse compagnie aeree avrebbe continuato a essere totale.

Ora tutto starebbe di nuovo per cambiare. La vera novità sta in un possibile ritorno al passato, ma sotto l'attento coordinamento e regia italiana del Gruppo Ferrovie dello Stato.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.