Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 18 Febbraio 2019, ore 09.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee negative. Piazza Affari stabile

Alle tensioni sul fronte commerciale tra USA e Cina si aggiungono i timori per la frenata dell'economia a livello globale

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta confermando la debolezza dell'avvio insieme a Piazza Affari che tiene grazie alla buona performance dei titoli bancari. Alle tensioni sul fronte commerciale tra USA e Cina si aggiungono i timori per la frenata dell'economia a livello globale.

Nessuna variazione significativa per l'Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,134. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.312,2 dollari l'oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,47%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +283 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,94%.

Tra i listini europei deludente Francoforte, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Limature per Londra -0,18% e Parigi -0,15%. Piatto il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 19.475 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti chimico (+1,23%), bancario (+1,03%) e beni industriali (+0,42%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-1,79%), telecomunicazioni (-1,61%) e materie prime (-1,07%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo BPER (+9,82%), CNH Industrial (+2,09%), Unicredit (+1,74%) e Banco BPM (+1,21%) tutte grazie ai risultati 2018 diffuse in questi giorni.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unipol, che prosegue le contrattazioni a -2,69% che ha ceduto Unipol Banca a BPER.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Gima TT (+4,56%), Banca Farmafactoring (+3,49%), Piaggio (+2,43%) e Ivs Group (+2,36%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Salini Impregilo, che continua la seduta con -2,52%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.