Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Giovedì 4 Giugno 2020, ore 03.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Borse europee caute. A Piazza Affari vola TIM

Sui listini azionari del Vecchio Continente pesano i dati deboli sulle vendite di auto a gennaio

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Proseguono con cautela le principali borse europee dopo i dati negativi sul mercato dell'auto relativi al mese di gennaio. Deludenti anche i numeri arrivati dalla Cina sui prezzi alla produzione e sull'inflazione che rendono più concreto il rischio di deflazione per la seconda economia mondiale. Sul sentiment degli investitori pesano anche i timori sui negoziati commerciali tra USA e Cina, nonostante l'apertura del Presidente americano Donald Trump ad un possibile rinvio dell'introduzione dei dazi in caso di un mancato accordo.

Sul mercato Forex, poco mosso il cross Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,128. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.315,2 dollari l'oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 54,35 dollari per barile.

In salita lo spread, che arriva a quota +277 punti base, con un incremento di 8 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,86%.

Tra le principali Borse europee discesa modesta per Francoforte, che cede lo 0,26%. Piatta Londra, mentre Parigi, sale di un frazionale +0,5%. Poco mosso il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 19.833 punti.

telecomunicazioni (+4,11%), immobiliare (+0,78%) e materie prime (+0,72%) in buona luce sul listino milanese. Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti automotive (-1,27%), beni per la casa (-0,81%) e costruzioni (-0,47%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di Telecom Italia (+5,53%) sulla notizia del rafforzamento di CDP nel capitale della compagnia telefonica che secondo rumors potrebbe arrivare fino al 10%.

Tra le banche, sostenuta Banca Generali, con un guadagno dell'1,90%. Buoni spunti anche su Banco BPM +1,74%.

Ben impostata Saipem, che mostra un incremento dell'1,74% mentre ENI limita la salita allo 0,07% dopo aver alzato il velo sui conti 2018.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Fiat Chrysler -1,58% che paga dazio con le immatricolazioni di gennaio.

Vendite anche su Pirelli, che registra un ribasso dell'1,37%.

Seduta negativa per Ferrari, che mostra una perdita dell'1,09%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Credito Valtellinese (+2,35%), Maire Tecnimont (+2,06%), Cementir (+1,62%) e Technogym (+1,16%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Brunello Cucinelli, che continua la seduta con -2,64%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.