Lunedì 28 Settembre 2020, ore 17.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, diplomati magistrali sperano nel giudizio del Consiglio di Stato

In alternativa toccherà a marzo alla Corte Suprema di Cassazione giudicare la legittimità della decisione

Economia ·
(Teleborsa) - A sette giorni dall’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, convocata per esprimersi in merito alla revoca o alla riabilitazione del diritto per gli insegnanti diplomati magistrali di accedere alle GaE, l’ANIEF ha osservato un problema reale suddiviso in più punti: dall'eccesso di potere giurisdizionale al difetto assoluto di giurisdizione, fino alla violazione della Costituzione e della Cedu.

Insieme ai quattordici legali patrocinati, infatti, il sindacato crede che l'esito positivo del Consiglio di Stato riuscirà a risolvere la soluzione politica messa in campo a fine 2018, utile a prorogare di un anno i contratti annuali ed a bandire un concorso straordinario non selettivo per insegnanti che già avevano superato la prova.

"L'accertamento dell'annullamento erga omnes del decreto ministeriale – ha spiegato Marcello Pacifico, Presidente Nazionale ANIEF - potrebbe dare il via alla riaperture delle GaE per tutto il personale abilitato e risolvere il problema della copertura del turn over con quota 100. In alternativa – ha poi concluso- toccherà a marzo alla Corte Suprema di Cassazione giudicare la legittimità della decisione che ha sconvolto lo stato di diritto nella gestione dei supplenti della scuola".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.