Lunedì 23 Novembre 2020, ore 17.29
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Petrolio, Nigeria chiede tasse per 20 miliardi di dollari a 6 major compresa Eni

Da ciascuna compagnia pretese somme tra i 2,5 e i 5 mld. Oltre che alla società italiana "intimazione" a Royal Dutch Shell, Chevron, Exxon Mobil, Total ed Equino

Economia, Energia ·
(Teleborsa) - La Nigeria pretende tasse per 20 miliardi di dollari dalle compagnie straniere che operano operano sul suo territorio. La richiesta è stata recapitata, come scrive il sito dell'Agenzia Reuters, a Royal Dutch Shell, Chevron, Exxon Mobil, Total, Equinor e all'italiana Eni. A ciascuna delle compagnie è stato intimato di pagare una cifra compresa tra i 2,5 e i 5 miliardi di dollari.



Nella lettera inviata dalla Nigerian National Petroleum Corp (NNPC) si fa riferimento a royalties e tasse straordinarie per la produzione di petrolio e gas. Ma all'origine della richiesta ci sarebbe una disputa tra Governo centrale e amministrazioni locali nigeriane sulla distribuzione degli incassi derivanti dallo sfruttamento degli idrocarburi, con queste ultime che lamentano il mancato afflusso di risorse da Abuja.

La controversia è stata chiuso lo scorso anno con l'impegno del Governo centrale nigeriano a pagare a quelli periferici diversi miliardi di dollari, ora oggetto di richiesta. "Diversi operatori hanno ricevuto reclami simili in una controversia tra le autorità nigeriane e le autorità locali", ha commentato un portavoce di Equinor. Mentre Exxon, come ha confermato un suo rappresentante, "sta
esaminando la questione". Le altre compagnie, inclusa Eni, non hanno sinora espresso alcun commento.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.