Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 24 Marzo 2019, ore 04.25
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Brexit, tre Ministri chiedono di posticipare data

Meglio estendere l'Articolo 50 e ritardare la data di uscita piuttosto che uscire rovinosamente dall'Unione Europea il 29 marzo

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Il tempo stringe e lo scenario continua ad apparire confuso e poco chiaro. Se il Parlamento non approverà nei prossimi giorni l'atteso nuovo piano della Premier Theresa May la Brexit dovrebbe essere posticipata: è questa la richiesta di tre Ministri del Governo britannico, che si dicono pronti a sfidare la leader Tory con un voto a favore di uno slittamento dell'uscita del regno dalla Ue, al momento fissata al 29 marzo, data ufficiale del Leave.

Si tratta, riporta la Bbc, del Ministro della Attività Produttive Greg Clark, della Ministra del Lavoro Amber Rudd e del Ministro della Giustizia David Gauke.
I tre sostengono che "sarebbe meglio estendere l'Articolo 50 e ritardare la nostra data di uscita piuttosto che uscire rovinosamente dall'Unione Europea il 29 marzo".

Fredda la replica di Downing Street che si limita a sottolineare come la May "stia lavorando duramente" per assicurare un accordo con l'Ue che soddisfi l'obiettivo chiesto dal referendum.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.