Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Lunedì 24 Febbraio 2020, ore 22.31
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Stabile la Borsa di New York

Apertura senza direzione per New York che vede la guerra commerciale USA- Cina ancora lontana dal giungere al suo epilogo

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Apertura intorno alla parità per Wall Street, che soffre degli ultimi eventi provenienti dalla trattativa tra Pechino e Washington. New York vede affievolirsi gli entusiasmi provati dagli investitori venerdì scorso, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato l'accordo parziale con la Cina, e inizia la sessione all'insegna del disorientamento. Ad oggi infatti, stando alle indiscrezioni pubblicate da Bloomberg sulla volontà di Pechino di continuare le trattative prima della firma della cosiddetta "fase uno" dell'intesa, gli esperti etichettano questo momento come una "tregua temporanea" piuttosto che una vera e propria conciliazione tra le parti. Ad intimorire gli scambi pesano inoltre anche le preoccupazioni fuori confine. In Particolare dal Vecchio Continente aleggia la paura per le conseguenze della fuoriuscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, ancora poco chiara se riuscirà ad avvenire con "Deal", e le tensioni sempre più accese tra Siria e Turchia, quest'ultima minacciata di sanzioni sia da Usa sia dall'Europa.

Con questi market mover ad indirizzare le contrattazion americane vedono il Dow Jones sostanzialmente stabile che si posiziona su 26.798,88 punti. Sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode per lo S&P-500, che rimane a 2.967,89 punti. Sui livelli della vigilia il Nasdaq 100 (-0,03%), come l'S&P 100 (0,0%).

Nell'S&P 500, non si salva alcun comparto. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto energia, che riporta una flessione di -0,87%.

Unica tra le Blue Chip del Dow Jones a riportare un sensibile aumento è Nike (+0,83%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Caterpillar, che continua la seduta con -1,10%.

Contrazione moderata per Intel, che soffre un calo dello 0,63%.

Sottotono IBM che mostra una limatura dello 0,53%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Western Digital (+2,67%), Align Technology (+1,57%), Ctrip.Com International Spon Each Rep (+1,44%) e Netease Inc Each Repr 25 Com Stk (+1,06%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Check Point Software Technologies, che continua la seduta con -2,06%.

In rosso Mylan, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,80%.

Spicca la prestazione negativa di Kraft Heinz, che scende dell'1,03%.

Deludente CSX, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.