Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 15 Novembre 2019, ore 14.51
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Rc auto, Federconsumatori: tariffe ancora troppo care

Per far scendere i costi delle polizze agire premiando i comportamenti corretti

Economia ·
(Teleborsa) - "Secondo l’Ania, negli ultimi 7 anni (da Marzo 2012 a Giugno 2019) il prezzo medio della rc auto sarebbe sceso del 28,6%. Un dato decisamente lontano dalla realtà che emerge dalle nostre rilevazioni: secondo il monitoraggio dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, che da oltre 10 anni rileva annualmente i costi delle polizze rc auto nelle principali città italiane (sia nei piccoli che nei grandi centri), dal 2013 al 2019 l’aumento è stato di 134,45 euro annui, pari al +23,7%". Così Federconsumatori in una nota ufficiale.

La relazione dell’Ania - prosegue - indica come si sia ridotto il differenziale tra le polizze italiane e la media europea. A livello nazionale, invece, si segnalano importanti differenze nelle polizze: basti pensare che i costi applicati al Nord sono meno cari del 51% rispetto a quelli del Sud; mentre quelli del Centro sono meno cari rispetto al Sud del 32%. In alcune realtà il premio è così alto da rendere improbabile l’effettiva assicurabilità.

COSA SI PUO' FARE? LA PROPOSTA DI FEDERCONSUMATORI - "Apprezziamo in tal senso la volontà del Governo di adottare provvedimenti tesi a calmierare le tariffe, specialmente nelle aree dove ancora si pagano polizze estremamente onerose e sproporzionate rispetto alla media nazionale, la soluzione ottimale per risolvere tale problema non è però, a nostro avviso, l’adozione del premio base uniforme. Con la tariffa base unica, infatti, si opererebbe solo una redistribuzione del rischio senza premiare l’automobilista virtuoso".

MECCANISMO PREMIALE - Per abbassare le polizze è invece necessario dare maggiore rilevanza alla premialità dei comportamenti corretti: in questo modo si avrebbe il doppio vantaggio di far abbassare le tariffe e aumentare la sicurezza sulle strade. Inoltre è fondamentale calmierare le polizze per contrastare il fenomeno della cricolazione di vetture prive di copertura, conclude la nota.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.