Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 11 Dicembre 2019, ore 07.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Bonus facciate, verso boom interventi: impatto da 4 miliardi

Tra le spese detraibili, gli interventi di manutenzione ordinaria, come una semplice tinteggiatura delle pareti esterne degli edifici

Economia ·
(Teleborsa) - Circa 4 miliardi di euro nel 2020: tanto potrebbe valere il bonus facciate convogliando un quinto degli interventi di recupero edilizio realizzati il prossimo anno nel nostro Paese. Questo l' effetto stimato dalla relazione tecnica di accompagnamento al Ddl di Bilancio. provando a ipotizzare quanto il nuovo sconto fiscale del 90% sarà utilizzato negli immobili italiani, come riporta il Sole24Ore.

"Nella Legge di Bilancio una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il bonus facciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni”, aveva scritto su Twitter il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ufficializzando l’arrivo della misura. La proposta trae ispirazione da una famosa legge francese degli anni sessanta, la cosiddetta Loi Malraux, che ha cambiato l’immagine di molte città della Francia.

La nuova detrazione potrà essere richiesta per le spese documentate sostenute nel corso del 2020 per gli interventi edilizi, inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati al recupero delle facciate degli edifici.

Due gli aspetti fondamentali del bonus facciate: primo, la detrazione vale senza alcun limite di spesa, il secondo è che si accede allo sconto fiscale anche in caso di lavori di manutenzione ordinaria. Tradotto: basta semplicemente tinteggiare le pareti esterne di un edificio per avere diritto alla detrazione.

Il nuovo sconto - diviso in dieci quote annuali di pari importo - abbraccia un ventaglio molto ampio di interventi: si va, come detto, dalla semplice tinteggiatura, passando per il rifacimento di marmi di facciata, rifacimento di ringhiere, balconi e grondaie. Nel pacchetto pure gli impianti presenti sulla facciata (cavi che portano il segnale televisivo, pluviali, illuminazione). Proprio qualche giorno fa, Franceschini ha chiarito che ci sarà cumulabilità piena con gli sconti dedicati al cappotto termico.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.