Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 19 Febbraio 2020, ore 17.08
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Etichette, Cia-Agricoltori: bene voto unanime Camera contro Nutri-score francese

Agroalimentare, Economia ·
(Teleborsa) - Soddisfazione da parte di Cia-Agricoltori Italiani per il voto unanime alla Camera con cui i deputati della Repubblica hanno approvato una mozione che impegna il Governo a contrastare il sistema di etichettatura nutrizionale francese Nutri-score.

Cia ricorda - si legge nella nota ufficiale - che è stata da poco notificata alla Commissione europea la proposta italiana relativa a un sistema di etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari, che ha l’obiettivo di costituire una valida alternativa al sistema del Nutri-score. Si tratta di un decreto interministeriale predisposto dal Ministero dello Sviluppo economico, dal Ministero della Salute e dal Ministero delle Politiche Agricole, frutto di un lavoro sinergico portato avanti, insieme a tutta la filiera agroalimentare, per tutelare i prodotti del Made in Italy.

È fondamentale infatti distinguere tra le porzioni consumate: 100gr di formaggio Parmigiano o una bottiglia di olio non possono essere paragonati a una bottiglia di bevanda gassata. Non si può generalizzare e semplificare con una scala cromatica. È fondamentale legare i valori nutrizionali alle quantità giornaliere consumate individualmente.

Il sistema proposto dall’Italia - prosegue la nota - si basa, infatti, su un simbolo “a batteria”, denominato Nutrinform Battery, che indicherà al consumatore l'apporto nutrizionale dell'alimento in rapporto al suo fabbisogno giornaliero e al corretto stile alimentare, evidenziando la percentuale di calorie, grassi, zuccheri e sale per singola porzione rispetto alla quantità raccomandata dall’Unione europea.

La proposta italiana mira a superare gli effetti penalizzanti per il Made in Italy, derivanti dal sistema Nutri-score che utilizza invece i colori del semaforo per esprimere un giudizio sui prodotti agroalimentari, attraverso un algoritmo di misurazione che, basato su 100 gr, li classifica dalla A alla E, in contrapposizione ai principi della dieta mediterranea che è stata riconosciuta dall’Unesco Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

SEMAFORO ROSSO PER IL NUTRI-SCORE FRANCESE - Cia si augura, dunque, che ora l’UE si doti di un sistema unico e armonizzato improntato sulla proposta italiana e non su scale cromatiche e semafori, fornendo al consumatore un’informazione chiara e sintetica, che sia utile per una dieta varia e bilanciata e valorizzi e tuteli tutta la filiera agroalimentare italiana. conclude la nota.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.