Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Mercoledì 1 Aprile 2020, ore 16.15
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Allarme da Moody's: se è pandemia sarà recessione globale

L'agenzia di rating taglia lo 0,4% del Pil. Borse europee ancora in discesa

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - Il coronavirus è stato un duro colpo per l'economia cinese, che ora minaccia di mettere fuori gioco l'economia globale. Una recessione globale è quello che si teme se il COVID-19 dovesse trasformarsi una pandemia e le probabilità che ciò accada, aumentano con il crescere dei contagi in Italia e in Corea del Sud.

L'economia statunitense è più isolata dall'impatto del virus, ma non è immune, e in questo scenario subirebbe una flessione. A scriverlo è Moody's in un report.

Secondo il report redatto dall'agenzia di rating, "l'economia globale subirà un impatto sul PIL di quasi un punto percentuale nel primo trimestre (dato annualizzato), e rallenterà di 0,4 punti percentuali fino al 2,4% nel 2020. Per il contesto, la crescita potenziale globale è stimata al 2,8%.

"L'economia Usa - prosegue il report - registrerà una crescita tendenziale di solo l'1,3% nel primo trimestre, in calo dello 0,6% a causa del virus. La crescita nel 2020 dovrebbe ora essere dell'1,7%, in calo dello 0,2%. La crescita potenziale dell'economia Usa è stimata intorno al 2%"



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.