Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 2 Giugno 2020, ore 01.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus, Confagricoltura favorevole a piano d'azione per stabilità mercati

È quanto ha affermato Giansanti commentando l'odierna sessione del Consiglio Agricoltura dell’Unione europea

Agroalimentare, Economia ·
(Teleborsa) - "Condividiamo la richiesta italiana a Bruxelles di un piano d'azione straordinario in termini di strumenti e risorse finanziarie per assicurare la continuità produttiva e stabilizzare i mercati". Queste le parole del presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, in merito all'odierna sessione in videoconferenza del Consiglio Agricoltura dell'Unione europea. Commentando l'intervento del ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Teresa Bellanova, Giansanti ha affermato che il Ministro "ha ottimamente illustrato quella che è la situazione dell'agricoltura in piena emergenza Coronavirus".

"In tutta l'Unione – ha aggiunto il presidente di Confagricoltura – alcuni settori sono già in crisi per il crollo della domanda e si registrano carenze di manodopera per le operazioni stagionali, oltre a difficoltà nelle consegne alle industrie di trasformazione. Ciononostante, le imprese agricole continuano a garantire la sicurezza alimentare dei cittadini europei. Ce ne dovremo ricordare quando l'emergenza sanitaria sarà alle spalle e torneremo a progettare il futuro".

Uno scenario in cui, per Giansanti, "alcuni interventi devono essere varati con urgenza". Tra gli specifici strumenti per la gestione delle crisi previsti dalla normativa vigente, il presidente di Confagricoltura cita i ritiri di mercato e gli aiuti per lo stoccaggio sottolineando che "vanno anche studiati appositi strumenti per la compensazione dei mancati redditi".

"Occorre fare presto – conclude Giansanti – perché dalla tempestività e dall'efficacia delle misure che saranno assunte oggi dipendono la reazione e la capacità del sistema agroalimentare di ripartire con la massima efficienza quando la crisi sarà alle spalle".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.