Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 5 Giugno 2020, ore 01.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Calcio, Spadafora "studia" la ripartenza

Il Ministro dello Sport convoca riunione il 28 maggio con il Presidente della Figc, Gravina, e quello della Lega, Del Pino

Economia, Sport ·
(Teleborsa) - Fino a poco tempo fa sembrava quasi impossibile pensare a una ripartenza del campionato. Del resto, non facevano ben sperare le parole del Ministro dello Sport Spadafora che, senza mezzi termini, avevo definito "piuttosto stretto" il sentiero che avrebbe dovuto portare alla ripresa.

Dopo giorni di incognite e incertezza, invece, la Serie A scalda i motori e, come altri settori, fa le prove generale della ripartenza. Il Ministro, a TGsport Rai2, ha annunciato l'ok definitivo alla ripresa degli allenamenti collettivi delle squadre di calcio dopo che il Comitato tecnico scientifico ha dato semaforo verde al Protocollo della Figc (Federazione Italiana Giuoco Calcio).

"Ho appena convocato una riunione per il 28 maggio con il Presidente della Figc, Gravina, e con quello della Lega, Del Pino: per quel giorno saremo in grado di decidere se e quando far ripartire il campionato di calcio": ha proseguito Spadafora per il quale visto che "l'Italia riparte, è giusto che riparta anche il calcio".

"Sarebbe stato più facile fare come la Francia, e dire che il campionato era finito - ha concluso senza risparmiare una frecciatina: "Sono stato dipinto come il nemico del calcio, all'inizio mi ha dato fastidio, ora mi fa sorridere".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.