Venerdì 3 Luglio 2020, ore 15.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Vaccino, Astrazeneca: 400 mln di dosi entro settembre

Dopo il Regno Unito, anche gli USA investirebbero nella ricerca in sperimentazione a Oxford con 1 miliardo

Finanza, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Astrazeneca ha annunciato di aver concluso i primi accordi per la possibile produzione di almeno 400 milioni di dosi del potenziale vaccino anti-Covid in sperimentazione a Oxford - con una capacità di produzione di 1 miliardo di dosi nel 2020 e 2021, precisando che le prime consegne dovrebbe arrivare a settembre.

Il Gruppo ha poi reso noto di aver avviato accordi in parallelo anche con altri governi europei, per assicurare una "ampia ed equa fornitura del vaccino nel mondo, con un modello no-profit, durante la pandemia".

Astrazeneca ha poi aggiunto che, oltre al Regno Unito, anche gli USA dovrebbero prendere parte alla sperimentazione con un finanziamento di oltre 1 miliardo di dollari in arrivo dall'Autorità per la ricerca biomedica avanzata (Barda).

La causa farmaceutica riconosce che il vaccino "potrebbe non funzionare, ma è impegnata a portare avanti il programma e la sperimentazione clinica con velocità, e ad aumentare la produzione 'a rischio'".

"Questa pandemia è una tragedia globale. Dobbiamo sconfiggere il virus insieme. Faremo tutto ciò che è in nostro potere per rendere questo vaccino disponibile velocemente e su larga scala", ha commentato Pascal Soriot, Chief Executive Officer di Astrazeneca.

Rimangono tuttavia aperti molti interrogativi, soprattutto sui tempi di sperimentazione e possibilità di produzione del vaccino anche solo nelle quantità “ipotizzate”. Al di là dell’effettiva efficacia.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.