Lunedì 13 Luglio 2020, ore 07.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus, 92 morti in 24 ore. Preoccupa "movida" da Nord a Sud

Sindaci pronti a nuova stretta, polemica sugli "assistenti civici"

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 300 nuovi casi di positività al coronavirus (è il dato più basso dal 29 febbraio, praticamente dall'inizio dell'emergenza, pur tenendo conto che si riferisce alla domenica e che come sempre nel weekend sono stati effettuati pochi tamponi) per un totale di 230.158 da inizio pandemia, i decessi sono stati 92, +0,3% che portano il totale a 32.877. Questi i dati aggiornati forniti dalla Protezione Civile, secondo i quali in Lombardia (dove ieri non erano stati comunicati decessi) oggi si registrano altre 34 vittime.

I casi attualmente positivi sono 25.215 in Lombardia, 7.496 in Piemonte, 4.359 in Emilia-Romagna, 2.578 in Veneto, 1.636 in Toscana, 1.556 in Liguria, 3.554 nel Lazio, 1.662 nelle Marche, 1.213 in Campania, 1.678 in Puglia, 517 nella Provincia autonoma di Trento, 1.433 in Sicilia, 386 in Friuli Venezia Giulia, 1.046 in Abruzzo, 184 nella Provincia autonoma di Bolzano, a 46 in Umbria, 231 in Sardegna, 33 in Valle d’Aosta, 264 in Calabria, 177 in Molise e 36 in Basilicata.

Anche se, per ora, la curva dei contagi tiene, da Nord a Sud sale la preoccupazione per la "movida" con i sindaci che minacciano una nuova stretta.

Polemica su ruolo di "assistenti civici" - L'ipotesi di arruolare guardie civiche a controllo della movida divide gli amministratori locali. Se una parte plaude alla proposta di schierare per le strade volontari che dissuadano da comportamenti scorretti o a rischio, non manca il coro dei no.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.