Lunedì 6 Luglio 2020, ore 11.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Conftrasporto, lockdown costato 1,8 miliardi di fatturato all'autotrasporto

Il Presidente, Paolo Uggè: servono risorse, anche a fondo perduto, per sostenere il settore

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Novecento milioni di chilometri in meno, 1,8 miliardi di fatturato persi, e una denatalità che supera il 30%. Sono i dati Conftrasporto-Confcommercio di marzo-aprile, elaborati – nel raffronto con lo stesso periodo del 2019 - dall’Ufficio studi su indagine periodica Format Research sulle imprese italiane dell’autotrasporto.

Come rileva Conftrasporto-Confcommercio, dall’inizio dell’emergenza, alcune imprese di autotrasporto stanno anticipando i costi del servizio, soldi che nella migliore delle ipotesi rivedranno fra mesi, nella peggiore fra un anno, perché sono diversi i committenti che hanno deciso di rinviare i pagamenti. Un elemento, questo, che allarma fortemente gli operatori del settore.

2 imprese su 3, e quasi il 60% delle aziende ha letteralmente certificato (o sta per farlo) la mancanza di liquidità per Covid-19, chiedendo il blocco degli affidamenti bancari in essere.

Gli effetti del lockdown si sono riverberati anche sull’occupazione, con una perdita in termini di retribuzioni e contributi stimabile complessivamente in circa 370 milioni di euro, coperta in parte dagli ammortizzatori sociali.

"In questo periodo è stato riconosciuto il ruolo strategico del comparto del trasporto, a supporto del sistema economico nazionale e della qualita` della vita dei cittadini – ha spiegato il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè – Magazzinieri, autisti e corrieri, al fianco di medici e infermieri sono stati in prima linea per assicurare il presidio di quella parte di ordinarietà` della vita possibile durante l’epidemia”.

“Occorre che chi tiene i cordoni della borsa si attivi per garantire la disponibilità concreta e immediata di risorse alle aziende di autotrasporto, facendo sì che i committenti paghino nei tempi previsti, il sistema bancario faciliti l'accesso al credito, la committenza eviti di speculare sulle spalle degli autotrasportatori rivedendo al ribasso le tariffe, e soprattutto che il Governo garantisca forme dirette di finanziamento anche a fondo perduto al settore, mancata fino ad ora. Le imprese non possono più attendere”, ha concluso il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.