Martedì 4 Agosto 2020, ore 10.47
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Rebus Brexit, prove d'intesa

Conferenza tra vertici UE e Johnson il 15 giugno

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Il tempo è poco, le incognite e i nodi da sciogliere tanti. Troppi. Ma se indietro, ormai, non si può tornare e restare nelle sabbie mobili è pericoloso, l'unica cosa che si può fare è guardare avanti, cercando una intesa, seppur complicata.

Il Presidente del Consiglio europeo Charles Michel "dopo una telefonata con il Premier britannico Boris Johnson ha deciso di convocare in videoconferenza la Conferenza ad alto livello nel pomeriggio di lunedì 15 giugno con la Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ed il presidente del Parlamento europeo David Sassoli". Lo riferisce su Twitter il Portavoce di Michel.

La trattativa procede a rallenty mentre avanza a grandi passi il fantasma dell’uscita "hard", lo scenario più temuto. Fino ad ora, "nessun progresso significativo", come ha confermato giorni fa Michel Barnier, Capo negoziatore UE per la Brexit, nel giorno in cui è andato in scena l'ennesimo round (quale miglior termine) negoziale, ovviamente a distanza.

Si cerca di sbrogliare la matassa ma per ora le posizioni sono ancora distanti con Londra che tira dritto e non ne vuole sapere di prolungare il periodo di transizione e Bruxelles che venderà cara la pelle.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.