Sabato 26 Settembre 2020, ore 12.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Alitalia: espansione del lungo raggio solo dal 2022

La ministra dei trasporti De Micheli, flotta a regime nel 2023

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Il giorno dopo le precisazioni del ministro Patuanelli, il quale ha escluso il ricorso a esuberi nel processo di creazione della nuova Alitalia, si delinea il piano industriale della compagnia aerea che avrà il suo assetto definitivo presumibilmente a fine ottobre, in coincidenza con l’entrata in vigore dell’orario invernale dei voli.

La flotta iniziale di 70 aerei è destinata a crescere fino a oltre 100 velivoli nel 2023, quando si prevede che il traffico aereo internazionale sarà tornato prossimo ai livelli standard pre-Covid.

Tuttavia, il ridimensionamento della capacità operativa preoccupa i sindacati, anche se è stato chiarito che £la dotazione iniziale di 70 aerei corrisponde al numero di quelli che servono per volare in questo periodo e nel prossimo futuro".

La ministra delle infrastrutture e dei trasporti Paola De Micheli ha puntualizzato che il nuovo piano Alitalia dovrà adattarsi alle varie fasi del mercato, tenuto che nel nostro Paese, che ha visto viaggiare in aereo 191 milioni di passeggeri nel 2019, si arriverà a un terzo dei volumi previsti a fine 2020, prevedendo che solo dalla seconda metà del 2022 si potrà sviluppare molto più lungo raggio.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.