Martedì 22 Settembre 2020, ore 17.22
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Limita le perdite Piazza Affari

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Modesta diminuzione per la Borsa di Milano, mentre tiene sui valori precedenti il resto dell'Europa. A Wall Street, si muove vicino alla parità l'S&P-500.

Leggera crescita dell'Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,162. L'Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.897,1 dollari l'oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 41,84 dollari per barile.

Scende lo spread, attestandosi a +146 punti base, con un calo di 6 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dello 0,97%.

Tra gli indici di Eurolandia senza slancio Francoforte, che negozia con un -0,01%, Londra è stabile, riportando un moderato +0,07%, e andamento cauto per Parigi, che mostra una performance pari a -0,07%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dello 0,70% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 22.261 punti.

In frazionale calo il FTSE Italia Mid Cap (-0,3%); sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (+0,12%).

Alimentare (+1,77%), beni per la casa (+0,71%) e automotive (+0,60%) in buona luce sul listino milanese.

Nel listino, i settori bancario (-1,76%), materie prime (-1,69%) e immobiliare (-1,35%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Unipol, con un progresso del 3,96%.

Incandescente CNH Industrial, che vanta un incisivo incremento del 2,39%.

Buoni spunti su Campari, che mostra un ampio vantaggio dell'1,95%.

Ben impostata Moncler, che mostra un incremento dell'1,64%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su DiaSorin, che continua la seduta con -3,26%.

Affonda Banco BPM, con un ribasso del 3,19%.

Crolla A2A, con una flessione del 2,87%.

Soffre Atlantia, che evidenzia una perdita del 2,71%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+3,89%), Carel Industries (+2,62%), Sesa (+2,34%) e Tinexta (+2,25%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su FILA, che prosegue le contrattazioni a -3,53%.

Vendite a piene mani su BPER, che soffre un decremento del 3,45%.

Pessima performance per Banca MPS, che registra un ribasso del 3,42%.

Sessione nera per Banca Ifis, che lascia sul tappeto una perdita del 3,18%.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.