Giovedì 24 Settembre 2020, ore 09.35
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Dpcm agosto, via libera a fiere e crociere ma restano chiusi stadi e discoteche

Economia ·
(Teleborsa) - Il Premier Giuseppe Conte ha pubblicato il nuovo Dpcm agosto, che regolerà la fase di passaggio dell'estate, prima di rivalutare la situazione dell'emergenza coronavirus a settembre, in vista della riapertura di scuole ed uffici. Il decreto entra in vigore da oggi, 9 agosto 2020, con scadenza fissata al 7 settembre 2020.

Le nuove linee guida dettate dal governo confermano l'obbligo di mascherine al chiuso, il distanziamento interpersonale di almeno un metro e l'obbligo di stare a casa con temperatura superiore a 37,5°.

Fra le novità di questo Dpcm, l’attesissimo via libera a partire da settembre per convegni e fiere, un settore che muove un giro d'affari importante e che in autunno deve necessariamente ripartire.

Si anche alle crociere, ma con rigorosi protocolli d'imbarco, fra cui una visita medica, un questionario e la possibilità che le situazioni "incerte" vengano valutate da una commissione ad hoc.

Possono riaprire anche centri benessere e saune, ma non il bagno turco, con contingentamento degli accessi, applicazione delle norme per il distanziamento di almeno due metri al chiuso e disinfezione continua dei locali.

Non c'è ancora il via libera per le discoteche al chiuso, che dovranno ancora attendere, essendo luoghi tipicamente off limits per quanto concerne il distanziamento e le basilari misure di prevenzione.

Stadi ancora chiusi, ma il Decreto consente la partecipazione agli eventi sportivi "minori", con un tetto di 1.000 spettatori all'aperto e 200 al chiuso. Consentite anche le competizioni nazionali ed internazionali, tipo gli internazionali di tennis, ma sono prescritte per gli atleti provenienti dall'estero una breve quarantena ed il tampone faringeo (negativo).


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.