Venerdì 22 Gennaio 2021, ore 00.37
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Seconda ondata e trasporto aereo, a rischio vacanze Natale e Capodanno

Un contesto che apre nuovamente la pagina dei rimborsi in favore dei passeggeri che rinunciano a viaggi e partenze

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - La seconda ondata della pandemia mette a serio rischio anche le vacanze di Natale e Capodanno. Una notizia tutt'altro che buona per il settore aereo, certamente tra i più colpiti da restrizioni e chiusure necessarie per contenere la diffusione del virus.



I dai forniti oggi da Assaeroporti sul traffico aereo in Italia attestano in modo inequivocabile l’effetto dirompente del Covid sul comparto dei viaggi senza considerare che l’evolversi della situazione attuale non fa ben sperare per il futuro. Lo afferma in una nota RimborsoalVolo, società italiana specializzata in trasporto aereo che dal 2009 assiste i passeggeri che hanno subito disagi o problemi.

Numeri decisamente preoccupanti con il comparto che torna indietro di ben 25 anni, ai livelli del 1995 con una contrazione del numero di passeggeri del -83% nel periodo marzo-settembre. E le prospettive sono tutt'altro che incoraggianti. La situazione attuale, con l’aggravarsi dell’emergenza epidemiologica in Italia e in Europa, mette a serio rischio le vacanze di rito nell'ultima parte dell'anno, considerato che solo nei mesi di dicembre 2019 e gennaio 2020 gli aeroporti italiani hanno registrato ben 26 milioni di passeggeri (oltre il 13% del totale 2019).

Le stime - si legge ancora nella nota - "prevedono in Italia una riduzione del 60% dei passeggeri nel periodo dicembre 2020/gennaio 2021 come effetto della situazione Covid nel nostro Paese, con un crollo di 15,5 milioni di passeggeri rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un contesto che apre nuovamente la pagina dei rimborsi in favore dei passeggeri che rinunciano a viaggi e partenze a causa del coronavirus: i recenti inviti del Governo a non uscire dal proprio Comune e la decisione della Farnesina di sconsigliare i viaggi all’estero legittimano la rinuncia a partenze e viaggi, realizzando il diritto dell’utente ad ottenere il rimborso di quanto pagato per biglietti aerei e pacchetti vacanza. Si stima che in tutto il mondo il valore dei rimborsi spettanti ai passeggeri per voli annullati causa coronavirus si attesti sui 35 miliardi di dollari" .



(Foto: by Erik Odiin on Unsplash)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.