Venerdì 22 Gennaio 2021, ore 08.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Milano viaggia molto alto insieme al Vecchio Continente

Gli investitori continuano a monitorare con attenzione lo scrutinio negli ultimi Stati chiave che decideranno il risultato elettorale USA

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Seduta in rally a Piazza Affari, che si allinea alla giornata strepitosa delle borse europee, mentre gli investitori continuano a monitorare con attenzione lo scrutinio negli ultimi Stati chiave che decideranno il risultato elettorale USA.



Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA continua gli scambi a 1,181 Euro / Dollaro USA, con un aumento dello 0,76%. L'Oro continua gli scambi a 1.918,4 dollari l'oncia, con un aumento dello 0,80%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 38,83 dollari per barile.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a +126 punti base, con un calo di 3 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,62%.

Tra gli indici di Eurolandia buoni spunti su Francoforte, che mostra un ampio vantaggio dell'1,41%, composta Londra, che cresce di un modesto +0,22%, e ben impostata Parigi, che mostra un incremento dello 0,91%. A Milano, scambia in deciso rialzo il FTSE MIB (+1,54%), che raggiunge i 19.656 punti, proseguendo la serie positiva iniziata venerdì scorso; sulla stessa linea, balzo del FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 21.373 punti.

Buona la performance a Milano dei comparti materie prime (+11,36%), sanitario (+2,95%) e utility (+2,42%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Tenaris (+11,59%), DiaSorin (+3,91%), Atlantia (+3,05%) e Moncler (+3,05%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saipem, che prosegue le contrattazioni a -1,33%.

Giornata fiacca per Pirelli, che segna un calo dello 0,70%.

Piccola perdita per Leonardo, che scambia con un -0,59%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Carel Industries (+6,81%), El.En (+6,22%), Biesse (+4,91%) e Falck Renewables (+3,78%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Enav, che ottiene -2,68%.

Scivola Saras, con un netto svantaggio dell'1,62%.

In rosso la Doria, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,06%.

Tentenna Credito Valtellinese, che cede lo 0,75%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.