Martedì 26 Gennaio 2021, ore 10.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Anas: l'obiettivo è dimezzare gli incidenti entro il 2030

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Ridurre gli incidenti stradali sulla rete stradale e autostradale del 50% entro il 2030. È questo l'impegno che ha messo in campo Anas (Gruppo Fs Italiane) in occasione della Giornata mondiale in Ricordo delle Vittime della Strada. Il tema è stato al centro del webinar "Sicurezza stradale: Obiettivo zero vittime" organizzato in collaborazione con Piarc Italia (Associazione mondiale della strada).



"Anas, insieme al Gruppo Fs Italiane e in linea con le direttive del Mit – ha dichiarato l'amministratore di Anas Massimo Simonini – è impegnata nell'obiettivo di ridurre gli incidenti stradali sulla propria rete stradale e autostradale del 50% entro il 2030. Per raggiungere questo grande obiettivo abbiamo predisposto un piano d'azione strategico a breve termine che al primo posto vede destinare sempre più risorse alla manutenzione programmata per sviluppare sulle nostre arterie misure di sicurezza passiva come barriere di protezione ad alta efficienza progettate da Anas, nuova pavimentazione e segnaletica stradale, illuminazione di strade e gallerie per migliorare la visibilità".

"Nel medio periodo – ha aggiunto Simonini – lo sviluppo della Smart Road Anas, tecnologia abilitante per lo sviluppo della Smart Mobility e propedeutica ai futuri scenari di guida autonoma dei veicoli, porterà un innalzamento degli standard di guida. La nostra Smart Road è infatti orientata al miglioramento della sicurezza stradale e a rendere più efficienti i flussi di traffico. Un altro importante fronte sul quale Anas è impegnata è la necessaria diffusione della cultura della sicurezza, tramite campagne di sensibilizzazione volte al rispetto del Codice della strada".

"In questi mesi – ha dichiarato il Sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roberto Traversi – abbiamo lavorato per definire i primi passi per la realizzazione del Piano Nazionale per la Sicurezza Stradale 2030 che guiderà gli interventi del Ministero con l'obiettivo di dimezzare in dieci anni la mortalità per incidente stradale. Già dalle linee guida, però, l'approccio con il quale ci siamo mossi è quello di rendere la strada 'ambiente sicuro' tanto per le caratteristiche di progettazione e manutenzione quanto per le abitudini di chi la frequenta. Per la prima volta, poi, vogliamo che l'attenzione si sposti anche alle misure del post incidente, all'assistenza ai soggetti deboli coinvolti e alle strutture riabilitative del territorio. In questo modo, davvero, potremo avvicinarci a quell'obiettivo 'zero vittime' che per tutti resta l'aspirazione massima".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.