Venerdì 26 Febbraio 2021, ore 01.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Ristori, Gualtieri: "Pronto scostamento bilancio da 24 miliardi"

Da inizio pandemia inviati dall'Agenzia delle Entrate 3,3 milioni di bonifici per un totale di 10 miliardi

Economia ·
(Teleborsa) - "Un punto e mezzo di PIL". Vale a dire circa 24 miliardi. Questo, secondo quanto annunciato dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, l'ammontare dello scostamento di bilancio allo studio del Governo in vista nuovo decreto Ristori. Il protrarsi dell'emergenza sanitaria, e di conseguenza delle misure restrittive – non ultimo il probabile slittamento dell'apertura degli impianti sciistici nel nuovo Dpcm del 15 gennaio – rendono, infatti, sempre più urgenti nuovi sostegni economici al tessuto produttivo.



Sul tema, con Italia viva che assicura il proprio voto, il Governo è compatto. "La promessa sui ristori va mantenuta senza se e senza ma" afferma il presidente dei senatori di Iv Davide Faraone, chiedendo al governo "di presentare in fretta il provvedimento di scostamento in parlamento".

"Circa un miliardo e mezzo verrà destinato ai vaccini" fa sapere Gualtieri. Ma nel nuovo provvedimento che verrà portato in settimana in Consiglio dei ministri, non ci saranno solo i ristori. Previsti, annuncia ministro dell'economia anche "più di tre miliardi supplementari per la Sanità". Nel nuovo dl – come ha annunciato il ministro del lavoro Nunzia Catalfo – arriverà anche il rifinanziamento della cig e ulteriori misure per lavoratori e imprese.

"Vanno approvati subito ristori per autonomi, imprenditori, commercianti e tutti quelli che hanno avuto un notevole calo del fatturato a causa del covid" e questo "lo dobbiamo fare con il prossimo scostamento di bilancio", afferma il ministro degli esteri Luigi Di Maio.

L'obiettivo – sottolinea il viceministro dell'Economia Laura Castelli – è "accelerare e chiudere entro fine mese, per dare un nuovo sostegno alle imprese".

Nel frattempo l'Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che sono stati inviati tutti i bonifici automatici per i ristori previsti dal "Decreto Natale". Si tratta di oltre 628 milioni di euro che arriveranno direttamente sul conto corrente dei titolari di partita Iva interessati dalle restrizioni dirette a contenere l'emergenza sanitaria da Covid-19 durante le festività natalizie. Complessivamente, con l'ultima tranche di 628 milioni di euro, i contributi erogati dall'Agenzia delle Entrate hanno superato quota 10 miliardi e raggiungono quota 3,3 milioni i bonifici accreditati in automatico dall'agenzia sui conti correnti dei beneficiari in base ai decreti "Rilancio", "Agosto", "Ristori da uno a quater" e "Natale". E i ristori, assicura Castelli, non si sono conclusi. "Continueremo a destinarli – afferma il viceministro – fino a quando ci saranno chiusure obbligate. E vogliamo anche intervenire dando un ristoro a chi non è stato costretto a chiudere ma, comunque, in questo passato 2020 ha registrato forti perdite".



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.