Domenica 11 Aprile 2021, ore 08.41
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Trasporto aereo, IATA vede rischi moderata ripresa traffico 2021

Il recupero potrebbe essere limitato al 13% anziché al 50% come stimato a inizio dicembre

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Outlook è più incerto per il trasporto aereo nel 2021, anno che potrebbe non vedere una fortissima ripresa del traffico, come prospettato in precedenza, ma un moderato rimbalzo dai livelli del 2020. E' quanto prevede la IATA, Associaizone che rappresenta gli operatori del settore aereo, che ha modificato l'outlook per quest'anno.



Varianti Covid e ritardi vaccini oscurano prospettive 2021

La rapida risalita dei contagi, la diffusione di diverse varianti di coronavirus e la campagna più lenta di vaccinazioni hanno spinto l'associazione rappresentativa degli operatori del trasporto aereo ad aggiustare le previsioni per l'anno in corso.

Il traffico aereo potrebbe vedere un recupero limitato al 13%, anziché un corposo rimbalzo del 50%, come indicato a inizio dicembre, ma IATA non ha rivisto le stime, solo previsto uno scenario peggiore. Con questo recupero limitato il traffico 2021 salirebbe solo al 38% del livello segnato nel 2019.

"Non abbiano modificato le nostre previsioni per il 2021, ma stiamo introducendo degli elementi di rischio che potrebbero portare a dei cambiamenti", avverte IATA, sottolineando che tutto dipenderà dall'andamento della campagna di vaccinazioni e dalle restrizioni ai viaggi.

Il 2020 anno di pandemia: traffico al collasso

Il 2020 si è chiuso con una pesante contrazione del traffico del 66% (in termini di RPK), mediando i dati emersi nel corso dell'anno, mentre a dicembre il settore faceva segnare un -70% rispetto al 2019.

A risentirne di più è stato il traffico internazionale che ha fatto segnare un -85% anno su anno, mentre il traffico domestico ha registrato un -43% rispetto all'anno precedente.

Il Load Factor è crollato di 17,8 punti percentuali rispetto al 2019, portandosi nel 2020 al 64,8%.

Più aiuti al settore aereo

"I pacchetti di aiuti sono stati un'ancora di salvezza vitale per le compagnie aeree di tutto il mondo. I governi hanno messo in campo 200 miliardi di dollari per mantenere in vita il settore. Ma anche questa cifra sbalorditiva non riuscirà a sostenere il trasporto aereo se avremo severe restrizioni di viaggio fino al 2021. Sarà necessario di più", ha affermato chiaramente il numero uno della IATA, Alexandre de Juniac.

L’industria mondiale potrebbe aver bisogno di altri 70-80 miliardi di dollari di aiuti. "Non esiste un'unica formula per l'aiuto. Ma è di fondamentale importanza è che i governi comprendano la situazione specifica delle compagnie aeree e forniscano il supporto appropriato, un supporto che non aumenti i livelli di debito già elevati", ha spiegato il direttore generale di IATA.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.