Martedì 13 Aprile 2021, ore 21.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Regno Unito, PIL cala del 9,9% nel 2020: maggiore contrazione della storia

Economia, Macroeconomia ·
(Teleborsa) - L'economia britannica è crescita più del previsto nel quarto trimestre del 2020. Il PIL del Regno Unito ha evidenziato un aumento dell'1% su trimestre, dopo l'aumento del 16,1% registrato nei tre mesi precedenti. Il dato risulta leggermente superiore al +0,5% del consensus.

Secondo i dati dell'ONS (Office for National Statistics), che ha fornito la stima preliminare, la variazione tendenziale è indicata a -7,8%, dopo il -9,6% precedente, e contro il il -8,1% del consensus. Nonostante due trimestri consecutivi di crescita, il livello del PIL nel Regno Unito è quindi ben al di sotto del livello del quarto trimestre 2019.

Nel corso di tutto il 2020, il PIL si è contratto del 9,9%, segnando il più grande calo annuale del PIL del Regno Unito mai registrato. Il consesuns, secondo dati Refinitiv, era per un calo dell'8%.



Nel quarto trimestre del 2020 si sono verificati aumenti nei servizi, nella produzione e nelle costruzioni, anche se la produzione di queste industrie è rimasta al di sotto dei livelli pre-pandemia. C'è stata un'ulteriore ripresa dei consumi pubblici e, in misura minore, degli investimenti delle imprese.

(Foto: © Eros Erika / 123RF)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.