Giovedì 4 Marzo 2021, ore 23.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari debole con le altre Borse europee nonostante Spread e Lagarde

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Piazza Affari chiude una seduta debole assieme agli altri listini europei, mentre Wall Street conferma un andamento negativo con l'S&P-500 che cede mezzo punto percentuale. A frenare i mercati concorre il timore di una accelerazione dell'inflazione, che potrebbe condurre ad un prematuro ritiro degli stimoli, anche se la Presidente della BCE Christine Lagarde, ha confermato nel pomeriggio che si stanno monitorando attentamente i rendimenti di alcuni titoli sovrani. E anche la segretaria al tesoro USA Janet Yellen ha confermato l'importanza del mercato del lavoro l'exit strategy.

Lieve aumento per l'Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,29%. Giornata di forti guadagni per l'oro, che segna un rialzo dell'1,55%. Deciso rialzo del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (+2,97%), che raggiunge 61 dollari per barile.



In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +94 punti base, con un timido incremento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,59%.

Tra gli indici di Eurolandia deludente Francoforte, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia, senza slancio Londra, che negozia con un -0,18%, e Parigi è stabile, riportando un moderato -0,11%.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,55%; sulla stessa linea il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 25.080 punti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,48%); in lieve ribasso il FTSE Italia Star (-0,57%).

In buona evidenza a Milano i comparti immobiliare (+3,63%), viaggi e intrattenimento (+1,52%) e beni industriali (+1,47%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti sanitario (-2,15%), tecnologia (-2,08%) e beni per la casa (-1,94%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, acquisti a piene mani su Atlantia, che vanta un incremento del 4,62%, rinvigorita dal prezzo pagato per l'OPA su ASTM, in vista della scadenza del termine per l'offerta di CDP su ASPI.

Effervescente Pirelli, con un progresso del 3,97%.

Incandescente Tenaris, che vanta un incisivo incremento del 3,76%.

In primo piano Saipem, che mostra un forte aumento del 3,49%.

I più forti ribassi si verificano su Recordati, che continua la seduta con -3,38% dopo i risultati d'esercizio.

Lettera su DiaSorin, che registra un importante calo del 3,07%.

Affonda Moncler, con un ribasso del 2,66%.

Crolla STMicroelectronics, con una flessione del 2,28%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, ASTM (+27,63%), che fa un balzo verso il corrispettivo dell'OPA.

Bene anche Mutuionline (+4,84%), Tinexta (+4,81%) e SOL (+4,35%).

Le più forti vendite si manifestano su Saras, che prosegue le contrattazioni a -4,88%.

Vendite a piene mani su Biesse, che soffre un decremento del 3,37%.

Pessima performance per B.F, che registra un ribasso del 3,02%.

Sessione nera per Falck Renewables, che lascia sul tappeto una perdita del 2,96%.

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.