Facebook Pixel
Domenica 1 Agosto 2021, ore 22.01
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Covid, calano i contagi e sale il numero degli italiani in zona bianca: 40,5 milioni da lunedì

Nelle ultime 24 ore 1.901 casi e 69 morti. Tasso di positività allo 0.87%

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Mentre continua scendere in Italia il numero di contagi da Covid-19 aumenta il numero di regioni in zona bianca. Secondo i dati riportati nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.901 nuovi casi di coronavirus contro i 2.079 di ieri sulla base di 217.610 tamponi (ieri 205.335). Dati che fanno scendere il tasso di positività allo 0,87% (ieri era 1%).

A calare è anche il numero di decessi. Oggi i morti sono stati 69 contro gli 88 di ieri, per un totale di 126.924 vittime dall'inizio dell'epidemia. Prosegue anche il trend di discesa dei ricoveri, con le terapie intensive che sono 29 in meno (ieri -35), con 21 ingressi del giorno (ieri 30), per un totale dei malati più gravi pari a 597. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono -277 (ieri -229), per un totale di 3.876 ricoverati.

A livello regionale la regione che presenta il maggior incremento di nuovi casi è la Sicilia con +273 nuove infezioni e un tasso di positività del 2%. Segue la Lombardia, che comunica +270 casi sulla base di oltre 35 mila tamponi con un tasso dello 0,7%. Sotto quota 200 nuovi contagi tutte le altre regioni.




In tale scenario sale la quota di italiani che riconquistano spazi di libertà. Da lunedì saranno in zona bianca 2 italiani su 3 pari a 40,5 milioni di persone in 12 regioni, più la provincia di Trento. Avendo registrato per tre settimane consecutive un'incidenza del Covid al di sotto di 50 nuovi casi ogni 100 mila abitanti, dalla prossima settimana entreranno nella fascia con minori restrizioni Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, provincia di Trento e Puglia. Nuovamente confermato il bianco anche per Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

Le regioni mancanti Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania, Marche, Toscana, provincia di Bolzano per accedere alla zona bianca dovranno, invece, attendere fino al 21 giugno. Ultima a tagliare il traguardo sarà la Valle d'Aosta, lunedì 28 giugno.

Da lunedì, dunque, per altri 29 milioni di italiani cesserà il coprifuoco così come le altre restrizioni che da mesi comprimono la vita sociale, fermi restando gli obblighi di mascherina anche all'aperto, il mantenimento delle distanze ed il divieto di assembramento.

Nelle regioni ancora gialle proseguono tuttavia le riaperture. Sempre da lunedì prossimo via libera ai rinfreschi per matrimoni, con il green pass. Porte di nuovo aperte poi per i parchi tematici ed i centri congressi. Il 21 giugno finirà il coprifuoco, mentre l'1 luglio sarà la volta di piscine al chiuso, eventi sportivi al chiuso, centri benessere, sale giochi e corsi di formazione.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.