Facebook Pixel
Sabato 25 Settembre 2021, ore 23.18
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street in frazionale ribasso

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - La settimana di Wall Street si avvia a chiudere sottotono, sulla scia delle incertezze legate all'inflazione e all'avanzare della variante Delta di Covid-19 che hanno contribuito a tenere sotto scacco anche i mercati finanziari dall'altra parte dell'oceano.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones mostra un calo dello 0,27% mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza l'S&P-500 (New York), che si ferma a 4.360 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Sulla parità il Nasdaq 100 (-0,07%); con analoga direzione, senza direzione l'S&P 100 (-0,2%).

Risultato positivo nel paniere S&P 500 per il settore utilities. Nel listino, le peggiori performance sono state quelle dei settori energia (-1,84%), materiali (-1,03%) e finanziario (-0,85%).




Al top tra i giganti di Wall Street, Amgen (+0,99%), Travelers Company (+0,82%), Procter & Gamble (+0,77%) e Salesforce.Com (+0,75%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su DOW, che ha archiviato la seduta a -2,70%.

Pessima performance per Honeywell International, che registra un ribasso del 2,57%.

Scivola Chevron, con un netto svantaggio dell'1,85%.

In rosso JP Morgan, che evidenzia un deciso ribasso dell'1,79%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Moderna (+8,04%), Verisk Analytics (+2,01%), Vertex Pharmaceuticals (+1,96%) e Citrix Systems (+1,29%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Baidu, che ha chiuso a -2,88%.

Sessione nera per Cerner, che lascia sul tappeto una perdita del 2,76%.

In caduta libera Nvidia, che affonda del 2,61%.

Pesante Western Digital, che segna una discesa di ben -2,42 punti percentuali.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.