Facebook Pixel
Venerdì 24 Settembre 2021, ore 02.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mercati europei in calo, spaventati da aumento contagi

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Seduta negativa per i mercati del Vecchio Continente, in linea con la borsa di Milano, che si muove in rosso. L'aumento dei contagi della variante Delta del coronavirus e l'inflazione spaventano i mercati, che temono impatti sulla ripresa economica globale. Apertura di seduta senza appuntamenti macroeconomici importanti, mentre l'appuntamento clou sarà il board della Banca centrale europea in programma giovedì, con annuncio sui tassi e con la conferenza stampa di Christine Lagarde.

Seduta in frazionale ribasso per l'Euro / Dollaro USA, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,30%. Vendite diffuse sull'oro, che continua la giornata a 1.804,1 dollari l'oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-2,31%), che ha toccato 71,81 dollari per barile.



In salita lo spread, che arriva a quota +112 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,70%.

Tra gli indici di Eurolandia in apnea Francoforte, che arretra dell'1,75%, tonfo di Londra, che mostra una caduta dell'1,91%, e lettera su Parigi, che registra un importante calo dell'1,84%.

Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,49%, continuando sulla scia ribassista rappresentata da tre cali consecutivi, in essere da giovedì scorso; sulla stessa linea, viene venduto parecchio il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 26.538 punti.

Pesante il FTSE Italia Mid Cap (-2,18%); come pure, depresso il FTSE Italia Star (-1,76%).

Una giornata da dimenticare per Piazza Affari, con tutte le Blue Chip che mostrano una performance negativa.

I più forti ribassi si verificano su Enel, che continua la seduta con -4,07%.

Affonda Italgas, con un ribasso del 3,51%.

Crolla Telecom Italia, con una flessione del 3,35%.

Vendite a piene mani su BPER, che soffre un decremento del 3,30%.

Ribasso scomposto per tutti i titoli a media capitalizzazione italiani.

Le più forti vendite si manifestano su Esprinet, che prosegue le contrattazioni a -5,09%.

Pessima performance per Maire Tecnimont, che registra un ribasso del 4,78%.

Sessione nera per Webuild, che lascia sul tappeto una perdita del 4,02%.

In caduta libera Biesse, che affonda del 3,96%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.