Facebook Pixel
Lunedì 2 Agosto 2021, ore 15.38
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Generali, tecnologia e prevenzione alla base dei servizi di Health&Welfare

Economia ·
(Teleborsa) - A margine della presentazione di questa mattina del nuovo piano di investimenti per il prossimo triennio di General, hanno parlato dell'uso della tecnologia nei nuovi servizi e delle nuove strategie di engagement dei clienti Paolo De Santis, Group Head of Health Development, e Marco Giovannini, Head of Business Development, Sales and Marketing.

"Pensiamo che per portare servizi di salute e di benessere alle persone, ovviamente la tecnologia è importante come canale di accesso (piattaforma digitale, app, sito) ma anche perché su molte cose fa la differenza in termini di risultati come ha spiegato il nostro amministratore delegato", ha dichiarato De Santis. Quanto all'uso della tecnologia in epoca Covid da parte di Generali, il dirigente ha citato l'esempio del teleconsulto: "L'Italia è entrata nel primo lockdown nei primi giorni di marzo del 2020. Noi dopo poche settimane abbiamo introdotto un servizio semplice di teleconsulto, questo mentre purtroppo molte visite mediche erano state rimandate. Questo servizio ha avuto un'adozione enorme: in pochissime settimane grazie alle nuove tecnologie abbiamo messo in campo una cosa importante e utile per gli italiani".


Fattore tecnologico fondamentale anche per Giovannini. "Per quanto ci riguarda la tecnologia deve essere un abilitatore nel rendere le cure più efficaci, migliori e a beneficio dei nostri pazienti". "Quello che noi cerchiamo di fare quando scegliamo la tecnologia – ha spiegato – è trovare soluzioni innovative che possano abbinare la componente umana del medico professionista ad una componente tecnologica che possa permettere alle persone di sentirsi più curate, di misurare quelle che sono i percorsi di cura e quindi di sentirsi più soddisfatte che qualcuno sta pensando a loro, investendo per migliorare quello che è la modalità di erogazione della cura".

Si passa così da un prodotto assicurativo che rimborsa a uno che si usa. "Questa è proprio la nostra filosofia quando scommettiamo sulla prevenzione, su servizi preventivi che aiutino le persone ad evitare le problematiche più gravi", ha precisato Marco Giovannini. Infine un riferimento alla gamification introdotta all'interno di alcuni pacchetti assicurativi. "Gamification è uno dei temi molto innovativi che stiamo cercando di portare per aumentare il divertimento e l'efficacia della relazione paziente-percorso di cura – ha spiegato l'Head of Business Development, Sales and Marketing di Generali – Il nostro obiettivo è quello di aumentare i punti di contatto tra l'assicuratore e il paziente/cliente. Nel fare questo, se la gamification, il divertimento e l'engagement possono dare un contributo positivo, perché non utilizzarli? È la strada che stiamo esplorando, sia nella tecnologia robotizzata con la partnership con Movendo, sia nel programma che, ad esempio, al termine di ogni settimana prevede un piccolo gioco con in palio dei premi". "Crediamo fortemente che possa essere un modo nuovo per interagire con i nostri clienti e portare qualcosa di fresco e innovativo", ha concluso.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.