Facebook Pixel
Giovedì 28 Ottobre 2021, ore 13.14
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Male Piazza Affari in sintonia con la debolezza degli altri Listini europei

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Milano chiude debole, in scia alle altre Borse di Eurolandia. Intanto il mercato USA mostra un andamento negativo. Gli investitori sono in attesa della riunione della FED, mentre continuano a pesare i timori per la diffusioni delle varianti del Covid-19.

Lieve aumento per l'Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,23%. Nessuna variazione significativa per l'oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.797,2 dollari l'oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,49%.



Avanza di poco lo spread, che si porta a +110 punti base, evidenziando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,62%.

Tra i mercati del Vecchio Continente sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,64%, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,42%, e calo deciso per Parigi, che segna un -0,71%.

Giornata “no” per la Borsa italiana, in flessione dello 0,83% sul FTSE MIB, arrestando la serie di cinque rialzi consecutivi, avviata martedì scorso; sulla stessa linea, vendite diffuse sul FTSE Italia All-Share, che chiude la giornata a 27.551 punti.

In lieve ribasso il FTSE Italia Mid Cap (-0,33%); sulla stessa tendenza, in rosso il FTSE Italia Star (-0,75%).

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 1,52 miliardi di euro, in deciso ribasso (-18,11%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 1,85 miliardi di euro; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,47 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,36 miliardi.

Tra i 426 titoli trattati, 129 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 260 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 37 titoli.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Campari (+3,16%), Terna (+0,96%), A2A (+0,88%) e Snam (+0,84%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su STMicroelectronics, che ha chiuso a -2,44%.

Sotto pressione Banca Generali, con un forte ribasso del 2,09%.

Soffre Unicredit, che evidenzia una perdita del 2,02%.

Preda dei venditori Nexi, con un decremento dell'1,53%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Biesse (+5,24%), SOL (+2,00%), IREN (+1,34%) e Juventus (+1,08%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Tinexta, che ha terminato le contrattazioni a -2,84%.

Lettera su doValue, che registra un importante calo del 2,74%.

Affonda Sanlorenzo, con un ribasso del 2,04%.

Si concentrano le vendite su Ferragamo, che soffre un calo dell'1,84%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.