Facebook Pixel
Giovedì 21 Ottobre 2021, ore 13.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Green Pass, la Lega vota di nuovo un emendamento con l'opposizione

Domani attese novità su estensione del certificato a lavoro e costo dei tamponi. Speranza su obbligo vaccinale: valutiamo prima i dati delle prossime settimane.

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Resta l'obbligo del Green Pass per i ragazzi dai 12 anni in su. L'Aula della Camera dei Deputati ha infatti bocciato un emendamento al decreto Green pass a firma Andrea Vallascas di l'Alternativa c'è, che mirava ed eliminare la misura per i minori di 18 anni. Sull'emendamento relatori e governo avevano dato parere contrario. I voti a favore sono stati 131, i contrari 267. Anche oggi la Lega ha votato a favore dell'emendamento insieme a Fratelli d'Italia, a differenza del resto della maggioranza.

Ieri infatti il partito di Matteo Salvini aveva votato già contro il Green pass per ristoranti. "Alla fine noi votiamo tre o quattro emendamenti. E abbiamo ritirato i nostri perché in caso contrario avrebbero messo la fiducia e non ci sarebbe stata una discussione che io invece credo importante", ha spiegato il leader della Lega durante la sua visita al Salone del Mobile a Rho Fiera Milano. A conferma della posizione della Lega, intervenendo in Aula della Camera durante l'esame del decreto Green pass, Claudio Borghi ha ribadito: "la nostra scelta è di appoggiare pochissimi emendamenti che riteniamo imprescindibili". MoVimento 5 Stelle, Partito Democratico e Italia Viva hanno però chiesto al Carroccio di fare chiarezza sulla propria posizione all'interno della maggioranza, mentre da Forza Italia è stato sottolineato che l'unità del centrodestra non dipende dalla durata del Green Pass.




Nel frattempo, l’estensione da ottobre del Green Pass obbligatorio ai dipendenti della Pubblica amministrazione e del settore privato potrebbe arrivare con un decreto legge di un solo articolo nel Consiglio dei ministri di domani, dopo la cabina di regia. Quanto al costo dei tamponi, sembra prendere forza l'ipotesi secondo la quale saranno gratuiti solo per i lavoratori esentati dalla vaccinazione per motivi di salute.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha invece parlato della possibilità di introdurre un obbligo vaccinale. "In queste ore lavoriamo per l'estensione del Green Pass e poi valuteremo i dati. Se i dati renderanno necessario l'obbligo non avremo paura ma serve ancora qualche settimana di approfondimento. Non è una scelta già presa ma un'opzione possibile che la costituzione consente", ha spiegato. "Oggi ci sono più dosi, immaginare l'obbligo in una stagione precedente sarebbe stato illusorio, oggi invece con più dosi è una possibilità da valutare, sui dati del prossimo mese e mezzo" ha aggiunto.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.