Facebook Pixel
Sabato 16 Ottobre 2021, ore 19.45
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus in Italia, quasi 4000 nuovi casi. Green pass bis: ok Camera a decreto

Gimbe: “Crescono contagi in bimbi sotto i 3 anni”

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Sono 3.970 i nuovi contagi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di poco più di 292 mila tamponi effettuati, tra antigenici e molecolari. 67 le vittime. Questi i numeri del bollettino di oggi, mercoledì 22 settembre, diffuso come ogni giorno dal Ministero della Salute per aggiornare la situazione coronavirus nel nostro Paese.





Nel periodo tra il 30 agosto e il 12 settembre registrati 17 mila nuovi casi di coronavirus con una impennata di contagi soprattutto nei bimbi sotto i 3 anni. Sono i dati del report Gimbe sulla sicurezza Covid 19 nelle scuole forniti il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, il quale ha evidenziato che scendono i contagi soprattutto nella fascia 12-19 anni mentre sono aumentate le ospedalizzazioni dei bambini al di sotto dei 3 anni.

Semaforo verde
dell'Aula della Camera al decreto legge green pass bis, che contiene anche le misure relative alla riapertura di scuole e università 'in presenza', riservando l'eventuale Dad (didattica a distanza) solamente a singole istituzioni scolastiche (o alle zone 'rosse') e all'obbligo di certificazione verde sui mezzi di trasporto. I voti a favore sul provvedimento, che va convertito entro il 5 ottobre e va al Senato, sono stati 335, 51 i no e tre astenuti.

La variante Delta del coronavirus, intanto, ha superato tutte le altre varianti cosiddette Voc ('variant of concern') ed è adesso quella "predominante" a livello mondiale: lo ha reso noto ieir Maria van Kerkhove, responsabile tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per la crisi Covid-19. Lo riportano i media internazionali.

"Attualmente circolano meno dell'1% della Alfa, Beta e Gamma. In tutto il mondo è prevalentemente la Delta", ha detto van Kerkhove sottolineando che questa variante è talmente contagiosa che ha preso il posto di tutte le altre in circolazione nel mondo.

Nel frattempo, le dosi di vaccino anti-Covid somministrate nel mondo hanno superato quota 6 miliardi. Lo calcola l'Afp. Quasi il 40% delle inoculazioni (2,18 miliardi) sono avvenute in Cina. Nella graduatoria dei Paesi con più vaccinazioni seguono India (826 milioni) e Stati Uniti (386 milioni). Forti restano le disparità tra stati ricchi e poveri. In quelli classificati "ad alto reddito" dalla Banca mondiale sono state somministrate in media 124 dosi ogni 100 abitanti, rispetto alle 4 dosi per 100 abitanti in quelli "a basso reddito". In 3 Paesi - Burundi, Eritrea e North Korea - non risulta inoltre alcuna vaccinazione.

.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.