Facebook Pixel
Martedì 7 Dicembre 2021, ore 15.31
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Generali RE si aggiudica Green Loan per la Torre Libeskind a Milano

Finanza, Sostenibilità ·
(Teleborsa) - Generali Real Estate SGR si aggiudica un finanziamento di 162,5 milioni di euro a favore di Fondo Rubens, proprietario della Torre Libeskind a Milano, da un pool di banche, che include BNP Paribas, Crédit Agricole CIB, Intesa Sanpaolo (Divisione IMI Corporate & Investment Banking) e UniCredit in qualità di mandated lead arrangers.. BNP Paribas è stato anche Green Loan Coordinator e


Crédit Agricole CIB Banca Agente del finanziamento.

Si tratta del primo Green Loan perfezionato da Generali RE in Italia e uno dei primi in assoluto sul mercato italiano. La Torre Libeskind è realizzata secondo criteri finalizzati alla riduzione complessiva di CO2, al risparmio energetico , all'uso di fonti rinnovabili e materiali sostenibili ed al miglioramento complessivo della qualità di vita. La struttura, tra l’altro, per la propria collocazione permette facilità di accesso ai mezzi di trasporto e sviluppo delle attività commerciali nelle vicinanze della Torre.

L’immobile è conosciuto anche come Torre PwC, che ha qui la propria sede, ed è soprannominato "il Curvo" per il suo caratteristico profilo progettato dal celebre architetto Daniel Libeskind. E' alta 175 metri, sviluppa circa 33.500 mq suddivisi in 34 piani e ha visto l’applicazione di soluzioni all’avanguardia che coniugano attenzione agli spazi, alla sostenibilità e al benessere degli utilizzatori e per questo ha ricevuto recentemente la certificazione LEED Gold.

Vittorio Ogliengo, Executive Chairman BNP Paribas CIB Italia, ha ricordato che "l'attenzione a coniugare il business con la tutela dell’ambiente, attraverso la proposta di soluzioni innovative per nostri clienti, è al centro della strategia" della banca che "può vantare una vasta expertise nel settore degli investimenti green".

Ivana Bonnet, Senior Country Officer Crédit Agricole CIB Italia, ha sottolineato "la sostenibilità è da sempre uno dei pilastri della
strategia di tutto il Gruppo Crédit Agricole. Siamo una delle quattro banche che hanno dato vita ai Green Bond Principles (l’unica Europea). Abbiamo creato un team di specialisti dedicato al Sustainable Banking nel 2009, una delle primissime banche a muoversi in questa direzione".

Per Andrea Mayr, Responsabile Global Banking & Sovereign Institutions della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, "questa operazione conferma come un approccio al business sostenibile e responsabile, anche nel settore Real Estate, sia sempre più centrale nelle strategie aziendali". Intesa Sanpaolo ha predisposto un’offerta, ampia e diversificata, di prodotti di finanziamento e di consulenza, dedicati a tutte le tipologie di clienti, in Italia e all’estero e pone attenzione non solo alle attività della Circular Economy, ma anche a tutte le altre forme di finanziamento le cui caratteristiche vanno dall’emissione obbligazionaria green, al prestito green.

Alfredo De Falco, Head of CIB Italy di UniCredit, ha affermato che l'Istituto "ha da tempo integrato i fattori ESG nella propria strategia e nel business, nella convinzione che l’impegno per la sostenibilità sia una componente cruciale del successo della banca nel medio termine, producendo un impatto positivo sulle comunità in cui la banca opera e favorendo la creazione di valore a lungo termine per i clienti, i dipendenti e gli altri stakeholder".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.