Facebook Pixel
Martedì 7 Dicembre 2021, ore 20.32
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Simest, Salzano: digitalizzazione e transizione green sfide per una ripresa duratura

Economia ·
(Teleborsa) - "L’Italia sta vincendo una grande sfida, quella della ripresa economica post pandemica. Grazie agli sforzi del governo e a quelli dell’imprenditoria che sta scommettendo sul Sistema Italia il PIL quest’anno crescerà del 6%". Lo ha dichiarato Pasquale Salzano, presidente di Simest, all'evento "Made In Italy" organizzato dal Sole 24 Ore, Financial Times e SkyTg24. "Affinché la ripresa sia duratura però le imprese devono essere pronte a fronteggiare due sfide complesse: quelle della digitalizzazione e quella della transizione “green”. Queste sfide sono immediate, e le risorse messe in campo dal Next Generation EU e dal PNRR rende possibile affrontarle e soprattutto vincerle", ha aggiunto.



"Il PNRR dedica infatti 48 miliardi alla digitalizzazione (27%), per fornire un’infrastruttura digitale abilitante al sistema imprenditoriale. Alla transizione green il PNRR dedica invece ben 68,6 miliardi. Per le imprese che scommetteranno sulla sostenibilità i vantaggi saranno duplici. Da un lato i loro prodotti diventeranno maggiormente attrattivi e concorrenziali sui mercati globali; e dall’altro si tuteleranno verso un futuro finanziario che premierà solo chi rispetterà criteri ambientali sempre più stringenti", ha precisato Salzano.

"Ecco perché i fondi messi in campo da SIMEST rappresentano dunque una grande opportunità per tornare ad investire e scommettere sul futuro. Siamo tra i primi soggetti in Italia ad implementare il PNRR. Veicoleremo infatti verso le nostre PMI, in particolare quelle del Sud, una parte delle risorse che l’Europa ha assegnato al nostro Paese: 1,2 miliardi di euro – ha sottolineato – Lo faremo in modo “innovativo” in quanto abbiamo rivoluzionato l’operatività del Fondo 394 proprio per supportare i programmi di sviluppo digitale e green delle PMI".

"La riapertura del Fondo è un’occasione importante per le PMI che avranno la possibilità di finanziare progetti di crescita ad un tasso agevolato (lo 0,055% annuo) e, soprattutto, di ottenere una quota cospicua – fino al 25% - di co-finanziamento a fondo perduto. Ancora più decisiva sarà questa occasione per le PMI del Mezzogiorno, che avranno dal Fondo delle agevolazioni senza precedenti. Sarà infatti loro riservato il 40% della dotazione dello strumento (cioè €480mln) e vedranno salire al 40% la quota massima di co-finanziamento a fondo perduto", ha concluso.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.