Facebook Pixel
Mercoledì 1 Dicembre 2021, ore 04.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Draghi: "Grazie a vaccini fine pandemia finalmente in vista"

Lo ha detto in videocollegamento al Summit B20

Economia ·
(Teleborsa) - "Ora abbiamo somministrato più di 6 miliardi di dosi di vaccini in tutto il mondo. I nostri sforzi congiunti ci hanno aiutato a tenere sotto controllo la pandemia in molti paesi e a darci la speranza che la sua fine sia finalmente in vista". Lo ha detto il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in videocollegamento al Summit B20.

"Il rapido sviluppo di vaccini efficaci contro il Covid-19 mostra come la cooperazione tra governi e imprese possa - letteralmente - salvare vite umane. Lo sforzo di ricerca delle aziende farmaceutiche è iniziato subito dopo la scoperta dei primi casi di Covid-19", ha spiegato il Premier. "Grazie all'ingegnosità del settore privato, i vaccini" sono arrivati in tempi brevi, "mentre normalmente ci vogliono circa dieci anni. Una campagna di vaccinazione di massa è diventata possibile appena un anno dopo. I governi, da parte loro, hanno fornito generose sovvenzioni per finanziare il lavoro di laboratorio, le sperimentazioni cliniche e la produzione di vaccini. Il settore pubblico ha impegnato somme significative in appalti a lungo termine che hanno protetto l'industria dal rischio di fallimento"

Quanto al Summit di oggi "è un'eccellente opportunità di rafforzare i legami tra il pubblico e il privato a un livello multilaterale. Questo è essenziale per assicurare una ripresa robusta, equa e sostenibile dalla pandemia e per affrontare le altre sfide dei nostri tempi, inclusi i cambiamenti climatici".



"La Presidenza italiana del G20 sta lavorando - ha proseguito Draghi - per garantire che sosteniamo collettivamente il nostro impegno a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi rispetto ai livelli preindustriali. È nell'interesse di tutti raggiungere questo obiettivo. La Banca centrale europea stima che il cambiamento climatico senza restrizioni causerà un calo della produttività del 40% per le aziende entro il 2050".

La chair del B20, Emma Marcegaglia, rivolgendosi al Premier Draghi rappresentando la 'dichiarazione finale' della comunità economica ai Governi del G20 ha voluto sottolineare come "l'obiettivo finale del B20 è di fare del 2021 un anno di rinascita".

"L'impresa non si sottrae alle sue responsabilità e offre ai Governi del G20 un partenariato vero e costruttivo, in linea con il nostro motto 'ridisegnare il futuro': Includere, condividere, agire", dice. Ed in particolare a Draghi dice: "Sono fiduciosa che, sotto la sua leadership indiscussa" il G20 farà whatever it takes per essere all'altezza del suo ruolo e costruire veramente un avvenire migliore"
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.