Facebook Pixel
Venerdì 3 Dicembre 2021, ore 14.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Deboli gli Eurolistini, Milano inclusa. Focus sulla BCE

Gli investitori continuano a monitorare l'andamento dell'inflazione spinta dal valore dell'energia e delle materie prime

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Avvio di settimana debole per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, con gli investitori che continuano a monitorare l'andamento dell'inflazione spinta dal valore dell'energia e delle materie prime. L'attenzione degli operatori è concentrata anche sulle parole che pronunceranno alcuni membri della BCE, per capire le sue future mosse in materia di politica monetaria.

Sul mercato valutario, l'Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,03%. L'Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,12%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 2,53%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +107 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,88%.

Tra le principali Borse europee sottotono Francoforte che mostra una limatura dello 0,22%, poco mosso Londra con un +0,13%, e sostanzialmente invariato Parigi, che riporta un moderato -0,2%. Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,44%; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,45%, scambiando a 28.419 punti.



Tra i best performers di Milano, in evidenza Banca Mediolanum (+1,26%), Tenaris (+1,21%), Leonardo (+1,13%) e ENI (+0,83%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Enel, che continua la seduta con -2,11%.

Soffre Amplifon, che evidenzia una perdita dell'1,82%.

Preda dei venditori Telecom Italia, con un decremento dell'1,46%.

Si concentrano le vendite su Hera, che soffre un calo dell'1,25%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, El.En (+1,98%), ERG (+1,66%), Acea (+1,52%) e Danieli (+0,75%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Saras, che ottiene -2,19%.

Seduta drammatica per IREN, che crolla del 2,08%.

Vendite su Esprinet, che registra un ribasso dell'1,82%.

Seduta negativa per Mutuionline, che mostra una perdita dell'1,81%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.