Facebook Pixel
Sabato 4 Dicembre 2021, ore 05.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Societe Generale taglia 3.700 posti di lavoro nella fusione con Credit du Nord

Finanza ·
(Teleborsa) - La banca francese Societe Generale taglierà 3.700 posti di lavoro tra il 2023 e il 2025 nel contesto dell'integrazione del suo network retail con Credit du Nord, con la nuova banca risultante dalla fusione che punta ad avere 25.000 dipendenti al 2025. La fusione "non comporterà uscite obbligatorie", ha specificato la società in una nota, e i tagli ai posti di lavoro avverranno principalmente attraverso l'esodo naturale (stimato in 1.500 l'anno all'anno fino al 2025), ovvero tramite processi come il pensionamento, le dimissioni o l'eliminazione di una posizione.

Annunciata a settembre 2020, la fusione creerà un'unica banca con una rete di filiali, una sede centrale e un sistema informatico al servizio di quasi 10 milioni di clienti. La rete unificata avrà circa 1.450 filiali nel 2025 e il raggruppamento delle filiali non comporterà l'uscita da nessuna città. Dal punto di vista giuridico, la fusione avverrà il 1° gennaio 2023, mentre la fusione IT avverrà durante la prima metà del 2023.



"Vogliamo creare un nuovo campione nel mercato francese che serve 10 milioni di clienti - ha commentato Sébastien Proto, Vice Direttore Generale responsabile delle reti di Societe Generale e Crédit du Nord - Rispettiamo tutti gli impegni presi a dicembre 2020, in particolare la nostra promessa di non rinunciare alla nostra presenza in nessuna città, raggruppando le filiali Crédit du Nord e Societe Generale, e che la fusione non comporterà uscite obbligatorie, in conformità con la nostra politica di datore di lavoro responsabile".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.