Facebook Pixel
Martedì 7 Dicembre 2021, ore 16.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Istat, crescono prezzi produzione spinti da energia e beni intermedi

Economia, Macroeconomia, Industria ·
(Teleborsa) - Prosegue, a settembre, la forte crescita dei prezzi alla produzione dell’industria, diffusa a quasi tutti i settori e più intensa sul mercato interno. Su base annua - rileva l'Istat - i prezzi continuano ad accelerare (+13,3%, da +11,6% di agosto), spinti soprattutto dai persistenti incrementi di energia e beni intermedi.

Sul mercato interno, dove la crescita tendenziale raggiunge il 15,6% (era del 13,8% ad agosto), i prezzi si confermano in accelerazione per tutti i settori manifatturieri. Al netto del comparto energetico, i prezzi registrano un incremento congiunturale dello 0,9% e crescono del 7,8% in termini tendenziali.

Diversamente, per le costruzioni – sia edifici sia strade – i prezzi alla produzione interrompono la fase di crescita congiunturale e segnano aumenti tendenziali in leggera decelerazione rispetto al mese precedente.

Sul mercato estero i prezzi aumentano su base mensile dello 0,7% (+0,9% area euro, +0,7% area non euro) e segnano un incremento su base annua del 7,3% (+8% area euro, +6,6% area non euro).


Nel trimestre luglio-settembre, rispetto al trimestre precedente, i prezzi alla produzione dell’industria crescono del 5,1%. La crescita congiunturale è più intensa sul mercato interno (+6,2%) rispetto a quello estero (+2,7%).

A settembre, l'Istituto di statica rileva aumenti tendenziali per tutti i settori manifatturieri su tutti e tre i mercati di riferimento, a eccezione del farmaceutico (-1,1% area euro, -0,1% area non euro). Gli incrementi tendenziali più marcati interessano coke e prodotti petroliferi raffinati (+37,3% mercato interno, +57,2% area non euro), metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+21,9% mercato interno, +32,8% area euro, +24,3% area non euro), prodotti chimici (+11,9% mercato interno, +11,8% area euro, +10,5% area non euro), industria del legno, della carta e stampa (+9,6% mercato interno) e fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (+9,5% area non euro).

A settembre, i prezzi alla produzione delle costruzioni per “Edifici residenziali e non residenziali” presentano una variazione nulla su base mensile e crescono del 4,9% su base annua. I prezzi di “Strade e Ferrovie” diminuiscono dello 0,1% in termini congiunturali mentre crescono del 4,7% in termini tendenziali.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.