Facebook Pixel
Domenica 23 Gennaio 2022, ore 12.55
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Adidas taglia outlook 2021 per problemi a supply chain e Cina

Finanza ·
(Teleborsa) - La società tedesca di abbigliamento sportivo Adidas ha rivisto al ribasso le sue previsioni per vendite e profitti 2021 a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento e del difficile contesto di mercato in Cina. Le vendite del terzo trimestre sono aumentate del 3% a 5,752 miliardi di euro, mentre l'utile operativo è sceso dell'8,5% a 672 milioni di euro. Le aspettative erano, rispettivamente, per 5,83 miliardi e 682 milioni di euro. Il margine lordo è leggermente diminuito al 50,1% (nello stesso periodo del 2020 al 50,3%) poiché gli effetti positivi delle vendite a prezzo pieno significativamente più elevate sono state compensate dall'impatto negativo delle fluttuazioni valutarie, dei costi della catena di approvvigionamento e di un mix di mercato meno favorevole.

"Adidas ha ottenuto buoni risultati in un ambiente caratterizzato da gravi sfide sia dal lato dell'offerta che della domanda - ha commentato il CEO Kasper Rorsted - Come conseguenza dei lanci di prodotti di successo, stiamo vivendo un forte slancio in tutti i mercati che operano senza grandi interruzioni. La crescita a due cifre nelle nostre attività dirette al consumatore in EMEA, Nord America e America Latina è una testimonianza della forte domanda dei consumatori per i nostri prodotti. Allo stesso tempo, stiamo navigando attraverso gli attuali vincoli della catena di approvvigionamento mondiale".



Mentre la società continua ad aspettarsi che i ricavi a valuta neutrale aumentino di un tasso fino al 20%, prevede ora che la crescita raggiungerà "l'estremità inferiore di questo intervallo a causa delle interruzioni dell'approvvigionamento più lunghe del previsto e delle impegnative contesto di mercato in Cina". Di conseguenza, Adidas stima che sia il margine operativo che l'utile netto (continuing operations) si attestino sul limite inferiore dei range precedentemente comunicati tra il 9,5% e il 10% e tra 1,4 miliardi e 1,5 miliardi di euro.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.