Facebook Pixel
Lunedì 17 Gennaio 2022, ore 04.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Legge bilancio, Anief chiede correttivi su precari, mobilità, contratti, organici

Economia, Scuola ·
(Teleborsa) - Si è tenuto un incontro fra il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e le organizzazioni sindacali sulla Legge di Bilancio 2022. UN confronto sul testo del Disegno di Legge, ma anche un’occasione per ribadire le emergenze sull’Istruzione. Tra le ragioni della convocazione c’era anche lo stato di agitazione delle sigle sindacali non presenti all’incontro, ma soprattutto gli aspetti più controversi della manovra di stabilità.



"La situazione presentata dalla Legge di Bilancio rappresenta il quadro delle disponibilità rilevate in questo momento dal Parlamento, ma le forze di governo hanno espresso la volontà di presentare un emendamento insieme alle forze di maggioranza", ha assicurato Bianchi.

Marcello Pacifico, in rappresentanza di ANIEF e CISAL, ha sottolineato l’importanza di valorizzare tutti i lavoratori della scuola a partire dalla proroga dell’organico Covid da estendere al personale ATA. Fra i temi centrali anche la questione della mobilità, perché - afferma il sindacalista - "il Decreto Sostegni bis non ha risolto la questione: occorre trovare il modo, una volta per tutte, per svincolare l’assegnazione provvisoria dai trasferimenti e garantire la tutela delle esigenze di famiglia per il personale scolastico".

Per l'Anief, gli organici devono essere rivisti secondo le esigenze delle scuole e sulla base di criteri anche legati al disagio geografico dei plessi., "La norma per la revisione dei parametri del rapporto tra alunni e personale scolastico – ha incalzato Pacifico – è di difficile se non impossibile applicazione, quindi serve rivedere la spesa e gli organici. Non è possibile pensare a una revisione del rapporto alunni-docenti a queste condizioni".

Sugli stipendi e la valorizzazione del personale, il sindacalista ha fatto notare “non c’è proporzione" fra personale dell'università e della scuola. "Per di più - afferma - il personale ATA è stato proprio dimenticato, anzi umiliato". Poi, il sindacalista ha ricordato che la valorizzazione del personale passa anche attraverso il riconoscimento di specifiche indennità che al momento non sono garantite: di rischio, di sede e di incarico.

"Mancano nella Legge di Bilancio anche norme per garantire la stabilizzazione dei docenti, che sono invece previste per il personale sanitario con 18 mesi di servizio", ricorda Pacifico, pensando ai tanti precari della scuola.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.