Facebook Pixel
Sabato 27 Novembre 2021, ore 06.49
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Via libera al Super Green Pass, Draghi: "Prevenire per preservare"

obbligo vaccinale per forze dell'ordine, prof e sanitari.

Economia, Politica ·
(Teleborsa) -

Alla fine la stretta anti no vax - più volte annunciata - è arrivata. A mettere nero su bianco le nuove misure per contenere la nuova ondata, il Presidente del Consiglio Mario Draghi che si è presentato in conferenza stampa insieme al Ministro della Salute Speranza e il Ministro per gli Affari Regionali, Gelmini.





E' il Premier a spiegare la ratio dell'introduzione del Super Green pass, con la stretta che va a colpire i non vaccinati. Intervenire subito e prepararsi per tempo al Natale ha inoltre l'obiettivo di consentire alle attività economiche di programmare i prossimi mesi, senza temere interruzioni che avrebbero un impatto economico sulla ripresa: di qui la scelta di eliminare le chiusure anche in zona gialla o arancione e porre limitazioni solo per i non vaccinati.


" La situazione italiana è oggi sotto controllo, siamo in una delle situazioni migliori d' Europa grazie alla campagna vaccinale che è stato un successo notevole" - spiega Draghi -. ringraziando gli italiani che hanno aderito con grande partecipazione e quelli che stanno aderendo ora. Vogliamo prevenire per preservare, per conservare, vogliamo essere molto prudenti per evitare i rischi ma anche per riuscire a conservare quello che ci siamo conquistati nel corso di questo anno, ha detto il Premier citando le vittime italiane per Covid, il crollo del PIL, le attività chiuse e i ragazzi costretti alla DAD.

Accanto al Premier, il Ministro della Salute Speranza che spiega nel dettaglio i provvedimenti. "Nel decreto ci sono 4 ambiti affrontati: l'obbligo che è già vigente per alcune categorie e lo estendiamo a ulteriore categorie: al personale non sanitario che lavora nel resto del comparto salute, alle forze dell'ordine e ai militari, e a tutto il personale scolastico. L'estensione dell'obbligo interesserà anche la terza dose".

Quanto all'estensione dell'utilizzo del green pass oggi - dice Speranza - facciamo un ulteriore passo in avanti, estendendolo agli alberghi e al trasporto pubblico locale. Confermata anche la riduzione della validità del green pass per i vaccinati, che scende da 12 a 9 mesi.


Il green pass “base” sarà, dunque, obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.

L’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”, che si potrà ottenere solo a due condizioni, vaccinazione o guarigione, escluso dunque il tampone che resta invece per il lavoro. Il Ministro Speranza ha anche annunciato un rafforzamento dei controlli oltre che dal 1 dicembre si partirà con la terza dose di vaccino anti-Covid per tutti gli over 18.


"Il decreto punta ad evitare qualsiasi interruzione della ripresa ed a tenere aperto il Paese. Non vogliamo tornare al lockdown ed ai ristori, ma sostenere l'economia in questo mese particolarmente importante, con il Natale e la stagione sciistica". Così il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini, in conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo l'approvazione del decreto sul super green pass. "Il momento è delicato e non dobbiamo concedere vantaggi al virus". Gelmini ha ringraziato Regioni, Anci e Upi "che hanno dato un contributo molto positivo al provvedimento, che nasce dalla consapevolezza di dover consolidare i risultati della campagna vaccinale che ha portato l'84% degli italiani a completare il ciclo".




Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.