Facebook Pixel
Giovedì 11 Agosto 2022, ore 10.12
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Giornata da dimenticare per il mercato americano

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Il tonfo di Snap, che trascina al ribasso le aziende che si affidano alla pubblicità digitale per i loro ricavi, riaccende il sell-off a Wall Street, con gli indici in pesante ribasso. A preoccupare gli investitori sono le revisioni al ribasso dell'outlook per l'anno in corso da parte di diverse aziende, che alimentano le preoccupazioni per un rallentamento dell'economia. Altre notizie negative sono giunte dalla pubblicazione di dati macroeconomici, con gli indici PMI che hanno mostrato che l'attività commerciale è rallentata a maggio, mentre le vendite di nuove case sono crollate al minimo di due anni ad aprile, probabilmente a causa del rialzo dei tassi ipotecari dell'aumento dei prezzi.

Snap è crollata dopo aver rivisto al ribasso la guidance su entrate ed EBITDA, nonostante le stime fossero state fornite il mese scorso. La società ha affermato che le condizioni sono peggiorate "ulteriormente e più velocemente" del previsto. Ribasso consistente anche per Abercrombie & Fitch, dopo che la società ha tagliato le sue previsioni di vendita e ritirato la sua previsione per l'intero anno per il margine lordo e i costi, citando la "volatilità nel trasporto di merci e altri costi". Scende anche Best Buy, con la società che ha ridotto le previsioni su vendite e profitto per l'anno in corso.

Segno meno per il listino USA, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il Dow Jones che accusa una discesa dell'1,03%; sulla stessa linea, viene venduto parecchio l'S&P-500, che continua la seduta a 3.895 punti. Pesante il Nasdaq 100 (-3,18%); con analoga direzione, depresso l'S&P 100 (-2,13%).

In luce sul listino nordamericano S&P 500 il comparto utilities. Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti telecomunicazioni (-5,12%), beni di consumo secondari (-3,29%) e informatica (-2,58%).



Tra i protagonisti del Dow Jones, McDonald's (+2,07%), IBM (+0,79%), Wal-Mart (+0,77%) e Coca Cola (+0,67%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -5,14%.

Seduta negativa per Walt Disney, che scende del 4,93%.

Sensibili perdite per Apple, in calo del 3,32%.

In apnea American Express, che arretra del 3,24%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Zoom Video Communications (+4,74%), O'Reilly Automotive (+3,95%), Electronic Arts (+2,22%) e American Electric Power (+0,87%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Dexcom, che continua la seduta con -11,43%.

Tonfo di Meta Platforms, che mostra una caduta del 9,58%.

Lettera su Datadog, che registra un importante calo del 9,11%.

Scende Mercadolibre, con un ribasso dell'8,92%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull'andamento dei mercati USA:

Martedì 24/05/2022
15:45 USA: PMI composito (preced. 56 punti)
15:45 USA: PMI manifatturiero (atteso 57,5 punti; preced. 59,2 punti)
15:45 USA: PMI servizi (atteso 55,2 punti; preced. 55,6 punti)
16:00 USA: Vendita case nuove, mensile (preced. -10,5%)

Mercoledì 25/05/2022
14:30 USA: Ordini beni durevoli, mensile (atteso 0,6%; preced. 0,8%).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.