Facebook Pixel
Lunedì 8 Agosto 2022, ore 00.13
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Green pass, stop dal 1 giugno per entrare in Italia

Dopo due anni segnati dalle restrizioni per contenere la diffusione della pandemia, si prospetta un'estate più "leggera"

Economia, Trasporti ·
(Teleborsa) - Non verrà prorogata l’ordinanza del Ministro della Salute - in scadenza oggi martedì 31 maggio - che prevede la Certificazione Verde Covid-19 (green pass) per entrare in Italia. Lo rende noto l'Ufficio Stampa del Ministero della Salute.





Dopo due anni segnati dalle restrizioni per contenere la diffusione della pandemia, si prospetta un'estate più "leggera" per i turisti che decideranno di trascorrere le vacanze nel nostro Paese.

Un primo alleggerimento sul fronte degli arrivi nel nostro Paese era arrivata a fine aprile quando il ministro Speranza aveva cancellato l’obbligo di compilare il "Passenger Locator Form" (Plf), introdotto nell'estate del 2021 per regolare le partenze e contenente tutte le informazioni utili per individuare il viaggiatore in caso di eventuale contagio da Covid durante lo spostamento.

Nella "roadmap" del ritorno ad una progressiva normalità, l'altra data da segnare sul calendario è il 15 giugno quando cioè dovrebbe cadere anche l’obbligo di indossare la mascherina anche nella maggior parte dei luoghi come cinema, teatri e spettacoli al chiuso. L’obbligo potrebbe restare ancora per i trasporti, almeno quelli a lunga percorrenza come treni ad Alta Velocità e aerei. Così come dovrebbe restare in ospedali e Rsa.

Ancora da sciogliere, invece, il nodo sui luoghi di lavoro privati dove è stato prorogato fino al 30 giugno il protocollo di sicurezza anti-Covid con obbligo di mascherina negli ambienti condivisi. Appuntamento a fine mese per aggiornare il protocollo.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.